menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teatro Galli, il Comune: "Tutto si concluderà positivamente"

La ricostruzione del Teatro Galli rappresenta un punto importante del processo di riqualificazione identitaria della Città sul quale questa Amministrazione comunale ha chiesto e ottenuto un preciso mandato dai cittadini

La ricostruzione del Teatro Galli rappresenta un punto importante del processo di riqualificazione identitaria della Città sul quale questa Amministrazione comunale ha chiesto e ottenuto un preciso mandato dai cittadini, puntando a un rilancio qualitativo di Rimini. "Tra i primi atti dell’attuale Giunta - illustra il Comune in una nota - si annoverano due delibere, la 305 e la 306 dello scorso novembre, con le quali si è voluto dare sostanza concreta al piano già in atto di recupero e restauro del teatro cittadino, specificando alcune caratteristiche che il “nuovo Galli” dovrà avere".

"Si è voluto, ad esempio, inserire tra i criteri di valutazione delle offerte per i lavori di ricostruzione proposte tecnico realizzative che consentano l’utilizzo, attraverso l’apertura della parte retrostante la scena, dell’intera piazza adiacente il Teatro - prosegue l'Amministrazione -. L’idea e l’obiettivo di fondo è quello di rendere il teatro di Piazza Cavour un elemento vitale di promozione culturale indipendentemente dalle attività che in esso possono essere programmate".

"Appare evidente che questa versatilità, questo spazio di manovra è stato e sarà possibile in futuro esclusivamente per la scelta originaria che è stata fatta dalla precedente Amministrazione allorché ha scelto di dare a Rimini un teatro utile oltre che alla memoria sulla base del rispetto dell’idea polettiana alla nuova funzione della città nel terzo millennio", sottolinea ancora il Comune.


In merito alla segnalazione presso la Corte dei Conti, il Comune si è detto convinto "che, quando i magistrati avranno la possibilità di valutare nel suo complesso la questione - la quale, va ricordato, ha riguardato più Amministrazioni nell’arco del tempo e che ha visto addirittura l’intervento diretto dell’allora Ministro dei Beni Culturali Vittorio Sgarbi - il tutto si concluderà positivamente".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento