Quattrocento ragazzi all’opera, applausi per la prova generale de "La Traviata"

Martedì pomeriggio, grazie all’iniziativa studiata per avvicinare il pubblico dei più giovani all’opera, sono stati circa 400 i biglietti staccati per gli under 29, che hanno potuto assistere alla prova generale al prezzo di 5 euro

Sono stati circa quattrocento i ragazzi che hanno assistito alle prove generali de La Traviata, l’opera di Giuseppe Verdi prodotta dal Teatro Municipale di Piacenza, dal Progetto Opera Laboratorio 2018 di Leo Nucci in scena al Teatro Galli venerdì (alle 20) e domenica (alle 15.30). Martedì pomeriggio, grazie all’iniziativa studiata per avvicinare il pubblico dei più giovani all’opera, sono stati circa 400 i biglietti staccati per gli under 29, che hanno potuto assistere alla prova generale al prezzo di 5 euro.

Insieme agli insegnanti e ad un altro centinaio di spettatori, i ragazzi hanno quindi  potuto ascoltare l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini diretta dalla bacchetta esperta di Pier Giorgio Morandi e il Coro del Teatro Municipale di Piacenza preparato da Corrado Casati in una delle opere in assoluto tra le più amate. Un capolavoro senza tempo che vede in scena il talentuoso soprano Adriana Iozzia nei panni Violetta Valéry, il tenore Ivan Ayón Rivas, vincitore del prestigioso concorso Placido Domingo, nel ruolo di Alfredo, il giovane ma già affermato baritono Benjamin Cho è Giorgio Germont. Completano il cast Carlotta Vichi, Luisa Tambaro, Raffaele Feo, Juliusz Loranzi, Stefano Marchisio, Vincenzo Santoro, Andrea Galli, Francesco Cascione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nuovo allestimento vuole rendere omaggio alla più celebre Violetta Valéry della storia operistica, ovvero alla Divina Maria Callas, nell’indimenticabile Traviata firmata nel 1955 da Luchino Visconti, riferimento imprescindibile nella regia lirica del Novecento. “Ho sempre dichiarato che è l’opera che amo di più – ha spiegato il regista Leo Nucci - dal mio punto di vista non esiste nella letteratura operistica un personaggio femminile all’altezza di Violetta, per modernità, intelligenza, classe e maturità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Carlo Cracco vignaiolo, lo chef inizia la vendemmia nella sua tenuta

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento