menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Teleriscaldamento per quattro edifici pubblici: emissioni locali zero

La Giunta comunale di Rimini ha approvato in linea tecnica il progetto esecutivo del primo stralcio dell'estensione della rete di teleriscaldamento Marecchiese

La Giunta comunale di Rimini ha approvato in linea tecnica il progetto esecutivo del primo stralcio dell'estensione della rete di teleriscaldamento Marecchiese che consentirà di collegare l'area dell'ex-macello alla rete esistente. Tale estensione consentirà l'allaccio, previsto dal contratto di servizio e dai progetti esecutivi delle opere, di 4 importanti edifici pubblici: la costruenda palazzina residenziale Acer di via Toni, il Tecnopolo universitario che sarà realizzato all'interno del sito dell'ex-macello, la scuola elementare Montessori in via Codazzi e la sede della Provincia di Rimini di via Dario Campana, con la quale è in fase di definizione una soluzione sinergica.

Tutti questi edifici saranno a emissioni locali zero e alcuni sono già dotati d’impianti fotovoltaici per compensare i consumi di energia elettrica per il raffrescamento e l'illuminazione. In particolare la scuola elementare Montessori, la cui centrale termica è ancora a gasolio, azzererà completamente anche le sue emissioni di PM10. Il progetto approvato è il primo stralcio di quello più generale, già approvato nello scorso maggio dalla Giunta in linea tecnica, per la riqualificazione energetica e il potenziamento della centrale termica cogenerativa Marecchiese. Una centrale, della potenza complessiva di 4,5 MWt (3,5 MWt di caldaie e 1 MWt di cogeneratori con una potenza elettrica di 600 kWe), che, dopo oltre 30 anni di servizio, necessita di una completa ristrutturazione in quanto non più in grado di rispettare i più restrittivi limiti di emissione previsti dalle recenti normative.

La nuova centrale, che sarà realizzata all'interno dello stesso fabbricato che non subirà modifiche d'ingombro, sarà dotata di 2 caldaie ad alto rendimento (oltre il 95%) da 2 MWt e da due cogeneratori da 535 kWt e 400kWe per una potenza complessiva di 5,1 MWt. Nel complesso la centrale termica avrà un'efficienza superiore di almeno il 15% rispetto all'attuale per la produzione termica e produrrà circa la metà delle emissioni di CO e NOx, consentendo di alimentare tutte le attuali utenze del comparto PEEP Marecchiese e delle nuove utenze che si andranno ad aggiungere nei prossimi due anni.

I lavori di riqualificazione della centrale cogenerativa e dell'estensione della rete di teleriscaldamento Marecchiese ammontano ad oltre 1.500.000 di euro e saranno totalmente a carico del gestore del servizio di teleriscaldamento. Gli interventi di estensione della rete e gli allacci degli edifici pubblici saranno cofinanziati per il 20% dalla Regione Emilia-Romagna nell'ambito del Piano-Programma "Rimini per Kyoto". La metà di tale contributo andrà a ridurre, in conto esercizio, anche le tariffe.

Le tariffe del teleriscaldamento non subiranno variazioni in seguito ai suddetti lavori. Dal 1 luglio 2013, in seguito alle variazioni del prezzo del gas e della manodopera, le tariffe saranno ridotte ancora di 0,46 euro/MWh dopo la diminuzione di aprile ed inoltre nella prossima tariffazione sarà erogato, ai beneficiari del bando pubblico, il Bonus Teleriscaldamento-GPL direttamente in bolletta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento