Tenta il suicidio, salvata dall'intervento in extremis della Polizia

Il pronto intervento dei poliziotti in servizio presso la Questura di Rimini ha evitato il peggio. Erano da poco passate le 22.45 di venerdì quando alla Sala Operativa della Questura di Rimini dall’Interpol di Roma è giunta una segnalazione

Il pronto intervento dei poliziotti in servizio presso la Questura di Rimini ha evitato il peggio. Erano da poco passate le 22.45 di venerdì quando alla Sala Operativa della Questura di Rimini dall’Interpol di Roma è giunta una segnalazione (giunta a Roma dall’Interpol di Varsavia, a sua volta allertato da una parente della donna residente in Polonia) relativo a un ipotesi di suicidio manifestato da una donna di origini polacche residente in Bellaria.

A quel punto, su disposizione della Sala Operativa della Questura di Rimini, i poliziotti sono immediatamente intervenuti presso l’abitazione dove si trovava la donna e presso la quale è stato fatto convergere anche il personale del 118. Giunti sul posto i poliziotti e il personale medico hanno trovato la donna in stato confusionale: qualche attimo prima un conoscente, allarmato dalla figlia della donna, dopo aver forzato la porta di ingresso, aveva infatti trovato la signora stesa sul letto e priva di sensi.

L’intervento degli operatori di polizia e quello dei sanitari è stato decisivo in quanto hanno permesso quindi di far riprendere conoscenza alla donna. A quel punto la polacca è stata trasportata presso il locale ospedale per gli accertamenti del caso. Non sono al momento conosciuti le ragioni del gesto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento