Tenta un trucchetto al supermercato per scappare senza pagare

Lo stesso malvivente, qualche giorno prima, aveva messo a segno un colpo analogo nello stesso negozio

Nel pomeriggio di lunedì una pattuglia della polizia di Stato è intervenuta al supermercato Conad del Mercato Coperto di Rimini dove era stato pizzicato un ladro. Ad essere bloccato dal personale del negozio è stato un 50enne napoletano che con un trucchetto, aveva cercato di scappare senza pagare la spesa. Secondo quanto ricostruito, il malvivente aveva prelevato alcuni prodotti alimentari e per l’igiene della persona riponendoli in una busta di plastica per la spesa. Da dentro il negozio si era avvicinato alla cassa mostrando alla cassiera la busta con gli articoli, asserendo di averli acquistati poco prima e chiedendole di poterla lasciare sulla cassa perché aveva dimenticato di comprare altri beni. La cassiera aveva acconsentito alla richiesta e l’uomo era tornato agli scaffali per prelevare altri articoli per poi ripresentarsi alla cassa e ritirare la busta depositata. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto la commessa, riconoscendo nel 50enne l’uomo che qualche giorno prima era fuggito senza pagare la merce, gli chiedeva lo scontrino, ma il soggetto reagiva sostenendo a gran forza di averlo lasciato in auto, invitando la cassiera a verificare direttamente fuori dal supermercato. Quindi la commessa chiamava una collega e l’uomo iniziava ad agitarsi ulteriormente fino ad inveire concitatamente contro il personale del negozio spingendo due addeti per farsi spazio ed andarsene. La scena veniva notata dal proprietario del supermercato, che si avvicinava al 50enne per bloccarlo, ma quest’ultimo, per guadagnare l’uscita, minacciava lo stesso proprietario di prenderlo a schiaffi e, con il pretesto di andare recuperare lo scontrino dalla sua auto, si allontanava dal negozio accelerando il passo. Il titolare del negozio, sempre in contatto con la centrale della Polizia, forniva la descrizione fisica dell’uomo e la sua direzione di fuga, rendendo possibile, per gli equipaggi intervenuti in soccorso, intercettare il 50enne, con il maltolto in mano e, conseguentemente, arrestarlo. Martedì mattina il giudice, in modalità videoconferenza, ha convalidato l’arresto applicando all’uomo la misura cautelare della presentazione alla P.G. con obbligo di firma.    

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in quarantena due classi di un liceo riminese: slitta l'inizio della scuola

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

  • Vede la Polizia e si catapulta fuori dall'auto in corsa: raggiunto dopo un'estenuante fuga per i campi

  • Riempie di botte la compagna, i vicini chiedono aiuto per fermare la violenza

  • Addio a Luigi Battelli, il noto albergatore ucciso dal coronavirus

  • Renzo Piano firma The Cube a Londra e l'edificio "parla" riminese

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento