Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Tentano di vendere rare carte da gioco rubate, nei guai 3 giovani riminesi

Il colpo era stato messo a segno in un negozio di Ravenna, il bottino è spuntato in mano a dei ragazzi che cercavano di rivenderle a un collezionista di Bologna

Dovranno rispondere di furto e ricettazione in concorso tre riminesi di 26, 29 e 21 anni che, martedì a Bologna, hanno cercato di vendere a un negozio per collezionisti delle preziose carte da gioco risultate rubate. Il mazzo, del valore di 12mila euro, era sparito da un negozio analogo di Ravenna lo scorso 16 giugno e il colpo aveva fatto subito molto scalpore tra i collezionisti perchè secondo quanto emerso era composto da carte estremamente rare e quindi preziose. Il titolare dell'attività bolognese, a conoscenza del furto, ha riconosciuto immediatamente quel set e ha chiamato sia il collega romagnolo che una Volante della polizia di Stato. Gli agenti hanno provveduto a fermare i tre riminesi, tutti già noti alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio, legati agli stupefacenti e per spendita di soldi falsi, sono stati portati in Questura e fotosegnalati. Le foto sono poi state girate al negoziante ravennate che li ha riconosciuti come gli autori del furto del set delle carte facendo così scattare la denuncia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di vendere rare carte da gioco rubate, nei guai 3 giovani riminesi

RiminiToday è in caricamento