Tentano il furto in un'abitazione, nomadi bloccate dai Carabinieri: trovate col "kit del ladro"

Le indagini proseguono al fine di verificare altri furti commessi in zona dalla banda

Ha subito pagato l’intensificazione dei servizi di controllo del territorio dei Carabinieri della Compagnia di Novafeltria, attraverso in vista delle prossime festività natalizie per contrastare i reati in genere e soprattutto quelli contro il patrimonio, come rapine e furti in abitazione. Tre nomadi, una 22enne della provincia di Pesaro-Urbino, una 46enne della provincia di Treno ed una 18enne riminese, tutte con numerosi precedenti anche per furto in abitazione, sono state denunciate per tentato furto in abitazione in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Venerdì pomeriggio una 54enne, mentre si trovava nella cucina di casa intenta a pranzare con il marito, sentendo dei rumori sospetti provenire da un’altra stanza, si è portata nel corridoio e con stupore si è trovata di fronte una malvivente che, entrata in casa approfittando delle chiavi inserite nella porta di ingresso, vistasi scoperta, si è data alla fuga insieme ad un’altra complice che fungeva da palo sul pianerottolo della casa. Sotto l'abitazione erano attese da una terza complice che attendeva vicino ad un’auto, pronta alla fuga.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il capitano Silvia Guerrini, comandante della Compagnia, tiene ad evidenziare come "sia stata decisiva la prontezza della vittima che, dopo aver sorpreso le due ladre in casa, ha avuto la lucidità di affacciarsi alla finestra, memorizzato i loro volti e i dettagli relativi alla complice e all’auto per chiamare subito i Carabinieri". Tale descrizione, precisa e tempestiva della 54enne ha permesso ai militari di Pennabilli, diretti dal comandante di stazione maresciallo Antonio Castaldo, di individuarle e bloccarle, sbarrandogli la strada con l’auto di servizio. Nell'auto avevano un coltello con lama lunga 12 centimetri, una mazzetta, un bastone ed una torcia. Le indagini proseguono al fine di verificare altri furti commessi in zona dalla banda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, contatti diretti e indiretti: cosa fare se sospetto di essere stato contagiato?

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Autobus sorpassa gruppo di ciclisti, rovinosa caduta per un corridore amatoriale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento