menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata rapina al medico, caccia serrata dei carabinieri al terzo uomo

Ricostruita dagli inquirenti dell'Arma l'intera dinamica della sparatoria di venerdì 7 marzo. Secondo gli investigatori si sarebbe trattato di una banda di sprovveduti che ha agito con faciloneria

Ha oramai le ore contato il terzo componente della banda che, venerdì sera, ha cercato di rapinare un medico bellariese all'uscita dal suo studio di Rimini che, vistosi nelle mani dei banditi, non ha esitato ad estrarre la sua pistola e a sparare. I presunti rapinatori, un riminese 42enne e un napoletano 36enne, sono stati arrestati dai carabinieri subito dopo la sparatoria e adesso si sta stringendo il cerchio intorno al loro complice. Gli inquirenti dell'Arma hanno ricostruito l'intera dinamica e, stando a quanto emerso, i due malviventi avevano tentato di rapinare il professionista già il 28 febbraio ma, in quella occasione, pare non avessero trovato il coraggio di portare a termine il colpo. Il 36enne, infatti, in quella occasione si era presentato nello studio che il professionista utilizzava nel centro Leon Battista Alberti adducendo un inesistente problema a un braccio. Una situazione che aveva insospettito il medico tanto che, il venerdì successivo temendo una rapina, era arrivato allo studio con la sua pistola regolarmente denunciata. 

Verso le 22.30 del 7 marzo, quando il medico bellariese era uscito dallo studio con l'incasso in tasca, è stato affrontato dal terzo uomo della banda armato con la pistola giocattolo mentre gli altri due elementi facevano da palo. Vistosi minacciato, il professionista non ha esitato ad estrarre la propria arma esplodendo tre colpi in aria e mettendo in fuga i banditi. Il 42enne, che era andato a compiere la rapina con la propria auto, è stato il primo ad essere rintracciato dai carabinieri che, dopo avergli sequestrato il cellulare e analizzato il traffico di telefonate e sms, sono arrivati al napoletano 36enne. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento