Agguato per gelosia: finisce in carcere con l'accusa di tentato omicidio

Un 31enne di nazionalità albanese è stato arrestato martedì mattina dagli agenti della Volante della Questura di Rimini con l'accusa di tentato omicidio

E' accusato di aver accoltellato il 2 maggio scorso a Miramare un connazionale. Un 31enne di nazionalità albanese è stato arrestato martedì mattina dagli agenti della Volante della Questura di Rimini con l'accusa di tentato omicidio. L'extracomunitario, con l'auto dell'ex compagna, ha investito il rivale in amore mentre era in bici, per poi sferrargli un fendente on un coltello con lama lunga 12 centimetri al torace. Il malcapitato ha riportato lesioni per una prognosi superiore ai quaranta giorni.

Il giudice per le indagini preliminari, su richiesta del Pubblico Ministero, alla luce della consulenza medico legale (che ha messo in evidenza l’idoneità della condotta dell’arrestato cagionare la morte dell’aggredito), dopo aver riqualificato il fatto (da lesioni in tentato omicidio), ha quindi disposto l’applicazione della misura cautelare della custodia in carcere nei confronti dell’uomo. Individuato dalla Polizia, è stato associato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento