L'ospite cacciato tenta di uccidere il padrone di casa a colpi di cavatappi

Si sa che la convivenza è sempre difficile e che, l'ospite, è come il pesce: dopo alcuni giorni inizia a puzzare. È a conferma della verità del detto popolare che si è scatenata la furia omicida di un marocchino

Si sa che la convivenza è sempre difficile e che, l'ospite, è come il pesce: dopo alcuni giorni inizia a puzzare. È a conferma della verità del detto popolare che si è scatenata la furia omicida di un marocchino 35enne che, nella notte, ha cercato di uccidere il cognato che lo ospitava in un appartamento di Cattolica. Tutto è iniziato tre mesi fa quando l'uomo, arrivato dalla Spagna, si è presentato alla porta della sorella, residente a Cattolica e sposata con un connazionale, per chiedere ospitalità.

Un soggiorno che si è prolungato fino alla scorsa settimana quando il marito della donna, stanco del comportamento del cognato, si è deciso a buttarlo fuori di casa. A far maturare la drastica soluzione è stato il comportamento del marocchino che, oltre ad essere un nullafacente, spesso e volentieri dormiva tutto il giorno per poi, alla sera, uscire e tornare a casa ubriaco fradicio all’alba. L'ospite non ha gradito di essere messo alla porta e dopo alcuni giorni trascorsi fuori casa, martedì mattina è tornato a bussare alla porta dei suoi parenti. Quando il padrone di casa gli ha aperto, lo straniero lo ha aggredito con un cavatappi infierendo sull'uomo con fendenti alla testa, al collo e al fianco.

L’aggredito ha cercato disperatamente di sottrarsi ai fendenti che, in particolar modo, puntavano al collo ed è riuscito ad uscire dall’appartamento e a correre in strada. Ferito e sanguinante, il cognato ha scavalcato la recinzione di una abitazione si è infilato in casa dove è rimasto barricato fino all’arrivo dei carabinieri che hanno arrestato il 35enne con l'accusa di tentato omicidio premeditato. Il ferito, invece, è stato portato d’urgenza al pronto soccorso dove è stato medicato e dimesso con una prognosi di 10 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento