Romeno accoltellato: dietro l'aggressione la prostituzione

Gli agenti della Squadra Mobile di Rimini hanno individuato il responsabile del sanguinoso episodio di via Mantova: si tratta di un romeno di 28 anni

Sono già arrivate ad un punto di svolta le indagini relative all’accoltellamento avvenuto nella nottata tra giovedì e venerdì di un romeno di 32 anni. Gli agenti della Squadra Mobile di Rimini hanno individuato il responsabile del sanguinoso episodio di via Mantova: si tratta di un romeno di 28 anni, fidanzato con la sorella ventenne del 32enne, probabilmente costretta a prostituirsi. Sarebbe questa la causa del violento litigio scoppiata in via Mantova, a Rivazzurra.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, il 28enne, accompagnato da un connazionale di 24 anni, ha colpito il cognato per due volte all’addome, per poi dileguarsi. Il ferito ha raggiunto un bar, dove ha chiesto aiuto. Subito sono scattate le indagini della Squadra Mobile, che in poche ore hanno rintracciato l’aggressore. Si trovava in un residence: per lui l’accusa è di possesso di oggetti atti ad offendere e quella ben più grave di tentato omicidio.

Il 24enne è stato rintracciato in via Regina Margherita, venendo indagato con l’accusa di tentato omicidio. Il 32enne si trova ricoverato all’ospedale “Infermi”: ne avrà per una trentina di giorni.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento