Terremoto in Centro Italia, si mobilitano i ristoratori: "Una amatriciana per Amatrice"

"L'auspicio è di arrivare a servire oltre 100mila amatriciane . affermano da Confesercenti -. L'iniziativa è aperta a tutti i ristoratori, non solo italiani"

Si mobilitano i ristoratori associati a Confesercenti per le popolazioni terremotate del Centro Italia, sconvolte dal sisma di mercoledì scorso. Si chiama "Un’amatriciana per Amatrice" l'iniziativa promossa da Confesercenti nazionale e Associazione Città del Vino, che riunisce i 450 comuni a vocazione enogastronomica del nostro Paese, a sostegno delle imprese delle zone colpite dal terremoto. Nella settimana tra il 12 ed il 18 settembre, i ristoratori di tutta Italia offriranno nel loro menu, in un giorno a loro discrezione, una amatriciana per la ricostruzione.  Tutti i clienti che in quella giornata ordineranno il piatto, una vera eccellenza italiana, contribuiranno indirettamente a sostenere la ripartenza delle imprese delle zone colpite: l’importo pagato, infatti, verrà devoluto interamente dai ristoratori in un fondo (IBAN IT 23A 03127 03200 000000015000) finalizzato alla ricostruzione e al sostegno delle attività della ristorazione, del commercio e della ricettività dei comuni di Amatrice.

"L’auspicio è di arrivare a servire oltre 100mila amatriciane . affermano da Confesercenti -. L’iniziativa è aperta a tutti i ristoratori, non solo italiani". Per aderire sarà sufficiente registrarsi online su www.unamatricianaperamatrice.it per ottenere le locandine ed il materiale informativo relativo alla procedura da adottare, in italiano e presto anche inglese. Non è la prima volta che Confesercenti Emilia Romagna si trova a fianco delle imprese colpite da eventi naturali, come nel caso dell’evento sismico che ha colpito nel 2012 alcuni territori della nostra regione, dell’alluvione di Genova del 2014 e del maltempo che si è abbattuto sulla costa dell’Emilia Romagna l’anno scorso.

AMATRICIANA DI SOLIDARIETA' AI BAGNI 64 E 65 DI TORRE PEDRERA - Dopo averla realizzata venerdì in hotel, sabato alle 12.00, Gabriele e Gabriella, due albergatori di Torre Pedrera offriranno a turisti e cittadini "l'Amatriciana della Solidarietà" in spiaggia ai bagni 64 e 65 di Torre Pedrera, promuovendo una raccolta fondi per la città di Amatrice e la sua popolazione. "Conosciamo personalmente amministratori di quella città e tante persone che sono state, nel corso degli anni, nostre clienti. Vogliamo in questo modo manifestare il nostro sostegno e la nostra vicinanza in questo terribile momento", spiegano Gabriele e Gabriella. Pertanto tutti sono invitati. Sarà offerta pasta all'amatriciana nei grandi pentoloni in cambio anche di un piccolo contributo che Gabriele e Gabriella si sono impegnati a consegnare personalmente alla amministrazione di Amatrice, insieme ai pensieri e dediche che ognuno potrà lasciare sul grande libro che sarà messo a disposizione.

IMG_0394-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Facoltoso ristoratore intasca il reddito di cittadinanza

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento