rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Cronaca

Terremoto, attivati i controlli nelle scuole del territorio: non sono segnalati al momento criticità o danni

L'amministrazione della Città di Rimini ha subito disposto i controlli tecnici previsti per questa fattispecie di avvenimento su tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale

A seguito della forte scossa di terremoto registrata questa mattina con epicentro sulla costa pesarese e avvertita anche nel riminese, è stata attivata immediatamente l’attività dei controlli ad opera dei tecnici comunali e di Anthea specificatamente focalizzatisul patrimonio edilizio scolastico. Non sono segnalati al momento criticità o danni. I tecnici della Direzione dei Lavori pubblici del Comune di Rimini e di Anthea si sono attivati immediatamente per le verifiche tecniche delle scuole comunali, che sono rimaste regolarmente aperte. Il programma delle verifiche ha previsto nell’immediato sopralluoghi nei plessi scolastici a cui faranno seguito le ricognizioni programmate da parte delle squadre già predisposte dei tecnici che saranno tutte completate nelle prossime 24 ore prevedendo sopralluoghi su tutti i 70 edifici scolastici di competenza comunale. Le centrali operative della Polizia municipale e della protezione civile di Rimini non hanno al momento ricevuto segnalazioni di criticità o danni.

Qui Riccione

Scuole aperte anche a Riccione. Questa mattina terremoto con epicentro nelle Marche. È già attivo il sistema di Protezione Civile per studiare e monitorare la scossa. Nel frattempo insieme a Forze dell'Ordine, Carabinieri e Polizia Locale è stato attivato uno stato di attenzione e monitoraggio di eventuali segni di danni a cose o persone. Le scuole nel Comune di Riccione rimarranno aperte. Sono già in corso sopralluoghi tecnici sulle strutture scolastiche.

A Coriano scuole chiuse

Considerata la vastità del territorio e la dislocazione delle scuole nelle numerose frazioni del comune di Coriano, il sindaco Gianluca Ugolini ha disposto questa mattina, dopo l’episodio sismico registrato nelle Marche alle 7,07, seguito da altre scosse di intensità minore, la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado in via precauzionale, per consentire ai tecnici di effettuare le opportune verifiche delle strutture secondo i tempi richiesti. La decisione di chiusura è scaturita dal fatto che i controlli, per i motivi sopra esposti, avrebbero richiesto alcune ore, o addirittura l’intera mattinata. Al momento non è stata riscontrate alcuna criticità.

Misano: nessun danno riscontrato

I tecnici della protezione civile, insieme al sindaco Fabrizio Piccioni, si sono recati in tutti i plessi scolastici e negli uffici comunali per verificare la presenza di eventuali danni o criticità. Il sopralluogo non ha evidenziato problematiche di alcun tipo e le scuole di ogni ordine e grado, dal nido fino alle medie, hanno potuto svolgere regolarmente le proprie attività. Non sono giunte segnalazioni di danni a cose o persone nemmeno da parte dei cittadini. Il sopralluogo nelle scuole è stata l'occasione per incontrare bambini e insegnanti e per ricordare le norme di comportamento in caso di calamità naturali. A tal proposito, è utile ricordare che, durante un terremoto, se ci si trova in luoghi al chiuso è bene ripararsi sotto un tavolo, una trave o nel vano di una porta; non bisogna precipitarsi verso le scale o utilizzare l’ascensore. Se ci si trova in auto, evitare di sostare in prossimità di ponti o terreni franosi. All’aperto consigliato allontanarsi da costruzioni, linee elettriche, impianti industriali e, più in generale, qualunque fonte di pericolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto, attivati i controlli nelle scuole del territorio: non sono segnalati al momento criticità o danni

RiminiToday è in caricamento