Cronaca

Terza puntata de Il Collegio, la ribellione rischia di costare cara ad Alessandro

Il 16enne è sempre al centro delle bravate coi compagni, fino ad oggi è sempre riuscito a farla franca non facendosi cogliere in flagranza

C'è aria di rivolta nel Collegio Regina Margherita dove gli alunni del reality di Rai 2, che sarà trasmesso martedì sera, cercano di tenere testa ai professori e ai sorveglianti a suon di bravate. La terza settimana, infatti, si apre con un’assemblea straordinaria di tutto il personale scolastico: la classe è in piena ribellione e il Preside vuole capire dai colleghi chi siano gli elementi più indisciplinati. Quattro gli indiziati e, tra i più discoli, c'è anche il 16enne di San Giovanni in Marignano Alessandro Andreini. Sempre al centro delle bravate coi compagni, fino ad oggi è sempre riuscito a farla franca non facendosi cogliere in flagranza ma non è detto che la sua buona stella continui a brillare. Il subbuglio infatti è generale, gli atti di ribellione sono all’ordine del giorno e i provvedimenti non tardano ad arrivare.

Ristabilito l’ordine, il Preside comunica alla Classe 1992 che dovrà assentarsi per recarsi a un convegno. Sarà così la professoressa Petolicchio ad assumere il ruolo di Preside Vicaria della scuola riportando tra le mura domestiche alcune regole dell’ordinamento degli anni ‘60. Il rigore delle abitudini del passato provoca nei collegiali una discreta sete di vendetta e l’insubordinazione dilaga, anche tra i più insospettabili. Durante le lezioni gli elementi di disturbo non sembrano placarsi, al punto da arrivare a infastidire una parte della classe e innescare inevitabilmente lo scontro tra gli stessi studenti. Che cosa architetterà la Preside Vicaria Petolicchio per ristabilire l’ordine tra i banchi? 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terza puntata de Il Collegio, la ribellione rischia di costare cara ad Alessandro

RiminiToday è in caricamento