Terzo arresto di fila per il pusher della stazione, questa volta resta in carcere

Lo straniero è stato pizzicato dai carabinieri mentre vendeva una dose di hashish a un 44enne riminese

Nella tarda serata di mercoledì, durante un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di stupefacenti nella zona della stazione ferroviaria di Rimini, i carabinieri hanno arrestato un pusher tunisino. Il nordafricano, un 31enne, è una vecchia conoscenza delle forze dell'ordine è quello di ieri rappresenta il terzo arresto di fila per lo straniero che, questa volta, è stato pizzicato mentre vendeva 1 grammo di hashish a un riminese 44enne per 10 euro. perquisizione dello spacciatore ha permesso di trovare un'altra dose della stessa sostanza e 60 euro ritenuti il provento di precedenti cessioni. L'acquirente è stato segnalato in Prefettura come assuntore mentre, il 31enne, è stato portato in caserma. Dopo una notte in camera di sicurezza, il tunisino è stato processato per direttissima e condannato a 8 mesi di reclusione oltre a una multa da 1800 euro e la misura cautelare del divieto di dimora nell'Emilia Romagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento