rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

In arrivo un "tesoretto" dalla Regione per sviluppare gli innovativi progetti dei parchi gioco inclusivi

La consigliera regionale Nadia Rossi: "Continuiamo ad investire sull’inclusione: è il segno di una comunità che supera e valorizza le differenze"

Grazie a fondi del Governo assegnati alla Regione Emilia-Romagna, si avvia un piano di interventi dedicato a sostenere i bambini con disabilità e a favorirne il pieno reinserimento sociale, anche considerati i difficili anni della pandemia. Complessivamente sono 4,4 milioni le risorse a disposizione di Comuni e loro Unioni. “La Giunta, su sollecitazione di un ordine del giorno che avevo presentato e condiviso con l’opposizione in occasione dell’approvazione dell’ultima variazione di bilancio lo scorso luglio – riporta la consigliera regionale Pd Nadia Rossi – ha veicolato metà delle risorse nazionali sulla creazione o risistemazione di parchi gioco inclusivi e per attività ludico-sportive”. “Penso – sottolinea la consigliera regionale – che garantire la piena accessibilità agli spazi di gioco e condivisione sia indispensabile per favorire una reale inclusione. È fondamentale che i bambini con disabilità cognitiva, fisica e sensoriale possano fruire pienamente di parchi pubblici e aree gioco comuni: dalla rimozione delle barriere architettoniche passa la caduta delle barriere anche emotive”.

Altri progetti finanziati con il "Fondo per l’inclusione delle persone con disabilità” della Regione sono di riqualificazione di centri diurni socio-riabilitativi e socio-occupazionali, oltre all’ammodernamento di arredi e dotazioni strumentali per attività educative, percorsi socio-riabilitativi e nascita di laboratori artigianali; acquisto o noleggio di attrezzature e mezzi di trasporto a disposizione di società dilettantistiche per promuovere la diffusione e l’accessibilità della pratica sportiva alle persone con disabilità. Quando saranno erogati i fondi da parte dell’Ufficio nazionale per le disabilità, si darà avvio al cronoprogramma dei progetti locali: entro luglio di quest’anno ciascun Ambito territoriale sociale (Ats) dovrà definire il piano di utilizzo delle risorse, e gli interventi dovranno essere conclusi entro febbraio 2024.

“In base alla popolazione residente di età compresa fra i 18 e i 64 anni, in provincia di Rimini sono assegnati 337 mila euro; 223mila per l’Ats di Rimini e 114mila per quello di Riccione. – richiama Rossi, che conclude – Di questi, oltre 168mila euro andranno ai parchi gioco inclusivi, come espressamente indicato da un ordine del giorno a mia prima firma. La metà restante potrà essere utilizzata dai Comuni per servizi in ambito sportivo e di riqualificazione dei centri diurni del territorio. Continuiamo ad investire sull’inclusione: è il segno di una comunità che supera e valorizza le differenze”.

ROSSI_Firma-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In arrivo un "tesoretto" dalla Regione per sviluppare gli innovativi progetti dei parchi gioco inclusivi

RiminiToday è in caricamento