Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Test di "tenuta" per i pini ultrasessantenni di viale San Martino

L'assessore Ermeti: “Prima della posa della nuova pavimentazione creeremo cuscinetti d'aria per indirizzare lo sviluppo delle radici”

Giovedì 27 maggio, dalle 9.30 alle 17.30, su viale San Martino verranno eseguiti i lavori di prova di trazione e resistenza dei pini a cura della Geat che si avvarrà della collaborazione della ditta Ares di Ferrara. Si tratta di indagini a trazione controllata che forniranno informazioni in merito alla salute di 9 esemplari di pinus pinea che costituiscono un campione specifico per tutti gli alberi presenti sul viale. L'intervento si inserisce in quello più ampio di riqualificazione dell'intero viale San Martino dove è prevista anche la messa in posa di una nuova pavimentazione. Gli esemplari da testare sono stati scelti, dagli esperti del Settore Ambiente del Comune di Riccione, in base all’inclinazione e ad alcune caratteristiche specifiche delle piante. Come detto, le prove di trazione dei pini si inseriscono nei quadro dei lavori pubblici avviati per viale San Martino e per il quale, nelle prime fasi di progettazione, dopo una serie di sopralluoghi l'ufficio Ambiente ha rilasciato un parere tecnico in vista dell'intervento di riqualificazione dell'intera pavimentazione. Infatti il progetto generale prevede la salvaguardia dei pini presenti sul viale San Martino attraverso l'inserimento, sotto quella che sarà la nuova pavimentazione, di celle o cuscinetti d'aria, che permetteranno alle radici delle piante di andare in profondità ancorandosi maggiormente al terreno. Un accorgimento diverso da quello delle cosiddette celle vegetative ma che sortisce il medesimo duplice effetto: salvaguardare le piante e la sovrastante pavimentazione. Nel corso delle prove di trazione saranno chiusi al traffico veicolari i due tratti di viale San Martino (oltre a posizionare divieti di sosta in questi tratti, lungo entrambi i lati della strada) sarà sempre permesso il transito pedonale e ciclabile.

"Riccione è una città che nella sua denominazione comune è chiamata “La Perla Verde” perché caratterizzato da un ricco patrimonio arboreo che si estende dai parchi, ai giardini e lungo le strade. Il nostro pino domestico (Pinus pinea) rappresenta circa un quarto dell'intero patrimonio arboreo cittadino e quelli di viale San Martino hanno circa 60 anni - ha detto l'assessore all'Ambiente e Lavori Pubblici, Lea Ermeti -. Testarne la salute quando si interviene con lavori di riqualificazione ci permette di intervenire in anticipo e salvare sia la pianta che mettere il lavoro di riqualificazione. Il viale San Martino ci permetterà di sperimentare anche questa nuova modalità". 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Test di "tenuta" per i pini ultrasessantenni di viale San Martino

RiminiToday è in caricamento