rotate-mobile
Lunedì, 24 Giugno 2024
Cronaca Santarcangelo di Romagna

I tifosi del Marocco "sono scimmie urlatrici", bufera sul post del consigliere comunale leghista

Il sindaco di Rimini Sadegholvaad: "Non so se rivolgere più indignazione o pietà umana". La replica del consigliere: "Non devo chiedere scusa a nessuno"

I tifosi del Marocco “sono scimmie urlatrici”. Il post pubblicato da Marco Fiori, consigliere comunale di Santarcangelo di Romagna in quota Lega, finisce al centro di una bufera politica. Tant’è che ad intervenire sulla questione si muove anche il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad. In un altro post il consigliere scrive: “Spero che il Marocco venga eliminato dal mondiale, così finalmente smetteremo di vedere le scimmie urlatrici far casino per strada”. Di fronte alla frase del consigliere, è il sindaco di Rimini a porre l’attenzione parlando di “indignazione” e “pietà umana”.

“Scimmie urlatrici. Non so se a una persona, a qualsiasi persona, capace di scrivere cose come queste debba essere rivolta più indignazione o pietà umana – è il messaggio del sindaco Sadegholvaad -. E il dubbio diventa enorme se, nel caso di specie, questa persona rappresenta il quarto partito italiano nel consiglio comunale di Santarcangelo”.

LA MAGGIORANZA: "Fiori si deve dimettere, siamo una città aperta e inclusiva"

Interpellato sul tema il consigliere comunale Fiori sottolinea a caldo che “non devo chiedere scusa a nessuno”. E sul perché delle sue affermazioni, spiega: “Il mio commento nulla riguarda con il razzismo, avrei utilizzato gli stessi identici toni se fossero stati tifosi italiani o di qualsiasi altro Paese. Non è accettabile che delle persone, per festeggiare dopo una partita di calcio, si mettano a devastare le città come abbiamo visto in numerosi video e notizie riportate dai media. Non è questione di nazionalità, ma chi si comporta in quella maniera per il sottoscritto è solo una scimmia urlatrice”.

Il consigliere si dice sorpreso della presa di posizione giunta dal sindaco di Rimini: “Sono lusingato che una persona di così alta caratura rivolga tanta attenzione nei confronti di un post diffuso da un consigliere comunale di Santarcangelo. Ma sono in molti e pensarla come il sottoscritto, ribadisco, non è una questione di razzismo, ma di come le persone si comportano con vandalismi e danni ai beni pubblici”.

Il consigliere poi si scusa

Il consigliere Marco Fiori in una successiva nota stampa a freddo, torna a intervenire porgendo le scuse "se qualcuno si è sentito colpito". Questo il messaggio: "Mi dispiace moltissimo per l'inutile clamore suscitato da un mio commento che, sbagliando, non credevo potesse essere considerato così offensivo. Sono rimasto colpito, in questi giorni, da certe manifestazioni anche di carattere violento capitate in città italiane e all'estero. La vandalizzazione di piazza Gae Aulenti a Milano, dopo la vittoria della squadra del Marocco, l'intervento delle forze dell'ordine, addirittura una persona che cercava di sedare una rissa accoltellata, hanno motivato il mio sconcerto e un'opinione critica su quanto avvenuto". Poi aggiunge: "Scimmia urlatrice non è di per sè un'offesa. Viene usata comunemente per definire persone urlanti che fanno casino. Mi scuso certamente se qualcuno si è sentito colpito ma la frase in sè non offende nè va ad intaccare alcuna sfera sensibile. Ribadisco le scuse sincere, pur evidenziando che emerge ancora una volta una certa strumentalità unidirezionale di chi si attacca a frasi magari stupide ma del tutto innocue pur di farne un caso politico".

post

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I tifosi del Marocco "sono scimmie urlatrici", bufera sul post del consigliere comunale leghista

RiminiToday è in caricamento