Topo da spiaggia bloccato dai carabinieri dopo un inseguimento in Qooder

A dare l'allarme è stato il bagnino che ha notato il malvivente impossessarsi degli zaini lasciati incustoditi sotto l'ombrellone

Nel pomeriggio di lunedì. dopo un breve inseguimento, i carabinieri della Compagnia di Rimini hanno arrestato un israeliano 28enne, già noto alle forze dell'ordine, autore di una serie di furti sotto gli ombrelloni. I militari dell'Arma sono intervenuti nella zona del Bagno 106 dopo che, il bagnino, aveva dato l'allarme per la presenza di un predone della battigia. Il malvivente, approfittando dell'assenza delle persone, aveva appena asportato due zaini lasciati incustoditi. E' stato lo stesso responsabile della spiaggia a mettersi all'inseguimento del ladro che, vistosi scoperto, ha tentato di disfarsi della refurtiva. Sul posto sono accorsi immediatamente i carabinieri in sella ai nuovi Qooder riuscendo a bloccare il 28enne. Ammanettato e portato in caserma, lo straniero è stato processato per direttissima martedì mattina e condannato a 1 anno e 4 mesi con la sospensione della pena e il divieto di dimora a Rimini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

Torna su
RiminiToday è in caricamento