rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Torna il Campo lavoro, raccolta di oggetti usati e materiali di recupero a sostegno di progetti umanitari

Finalizzata a sostenere progetti umanitari nei paesi poveri della Terra e portare una boccata d’ossigeno alle tante situazioni di disagio presenti anche nella realtà riminese

Il conto alla rovescia è partito. Sabato (2) e domenica (3 aprile) torna, per la 42ª volta, il Campo Lavoro Missionario, la grande raccolta di oggetti usati e materiali di recupero finalizzata a sostenere progetti umanitari nei paesi poveri della Terra e portare una boccata d’ossigeno alle tante situazioni di disagio presenti anche nella realtà riminese. Torna con due grandi novità. La prima. Per questa edizione 2022 si è deciso di non consegnare, nelle casse delle lettere, i famosi sacchi gialli, da sempre il biglietto da visita del Campo Lavoro.

“Una decisione – spiega Gabriele Valentini, presidente dell’associazione Campo Lavoro Missionario – nata dalla consapevolezza che così facendo avremmo dato il nostro contributo all’ambiente, risparmiando tanta plastica, e anche perché recupereremo oltre 7.000 euro”. La seconda novità riguarda i progetti da finanziare. “Fino adesso i missionari ci facevano avere i loro progetti e noi, prima del Campo, decidevamo a quali aderire. Quest’anno, invece, abbiamo convenuto di prendere una decisione al termine della due giorni di raccolta perché non sappiamo effettivamente cosa aspettarci”.

Cosa si raccoglie

Verranno raccolti indumenti in buono stato, biancheria, calzature, libri, giocattoli, biciclette, elettrodomestici, oggetti per la casa, batterie al piombo, metalli e carta. Non si raccolgono mobili e legnami, materassi, vetro, tv, frigoriferi, condizionatori, pneumatici, damigiane e bombole di gas.

Dove mettere gli oggetti

Abiti e calzature in buono stato, così come libri e altri materiali possono essere raccolti dentro scatoloni oppure in sacchetti. Per giocattoli, oggetti per la casa, piccoli elettrodomestici e altri oggetti rivendibili nelle bancarelle dell’usato bisognerebbe preparare uno scatolone a parte indicando il contenuto. Rimane, poi, sempre attuale il consiglio di non inserire valori o offerte in denaro.

I centri raccolta

Per quanto riguarda i centri raccolta saranno sette. Partiamo da quello di Rimini che sarà, come sempre, presso l’ex mercato ortofrutticolo sulla via Emilia, in zona Celle (questi i numeri da contattare 348.4593893 oppure 346.3239052). L’altro centro raccolta sarà in viale delle Officine, nella chiesa di Cristo Re. A Riccione l’area
scelta è quella del Luna Park in viale Vespucci (335.4270827) mentre per quanto riguarda Santarcangelo il Campo sarà nell’area Campana, in viale Marini (342.7177813). Torna anche il centro raccolta di Villa Verucchio che sarà aperto nel piazzale della vecchia chiesa in via Casale (328.7760898). Anche a Bellaria il centro raccolta si effettuerà in chiesa, nella parrocchia Santa Margherita (338.3814381). Cattolica, invece, ha fatto una scelta diversa: sacchi e cartoni saranno raccolti solo con il porta a porta (338.3160142 oppure 339.3114130).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna il Campo lavoro, raccolta di oggetti usati e materiali di recupero a sostegno di progetti umanitari

RiminiToday è in caricamento