Torna dalla missione in Afghanistan e viene accusato di stalking

Il militare si è ritrovato al centro di un'indagine per maltrattamenti dopo la denuncia della moglie

Amaro rientro a casa per un militare italiano, impegnato in una missione in Afghanistan, che si è ritrovato al centro di un'indagine per stalking e maltrattamenti dopo la denuncia della moglie. L'uomo, residente nel riminese, arrivato a casa si era visto sbattere la porta in faccia dalla donna e, secondo l'accusa, avrebbe iniziato a perseguitarla. Stanca delle vessazioni, la vittima si è poi rivolta alle forze dell'ordine presentando una denuncia sfociata in un divieto di avvicinamento da parte dell'uomo. Il militare, davanti al Gip, ha però raccontato una storia molto diversa. L'uomo, infatti, ha negato con forza le persecuzioni e i maltrattamenti spiegando che si trattavano semplicemente di telefonate per cercare di capire i motivi che avevano spinto la moglie a lasciarlo ventilando, anche, l'ipotesi di una relazione con un altro uomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento