Tra pomodori e peperoni spunta una piantagione di marijuana

La Guardia di finanza di Rimini ha arrestato un 28enne di Cattolica che, in un campo di sua proprietà nella zona di Tavullia, tra pomodori e peperoni coltivava una piantagione di marijuana

Foto di repertorio

La Guardia di finanza di Rimini ha arrestato un 28enne di Cattolica che, in un campo di sua proprietà nella zona di Tavullia, tra pomodori e peperoni coltivava una piantagione di marijuana: 75 piante alte circa un metro per un peso complessivo di 150 chili. L'uomo era controllato già da un po' di tempo dalle Fiamme gialle, che mercoledì pomeriggio lo hanno sorpreso mentre innaffiava le piante di marijuana.

Nell'abitazione dove risiede il 28enne, a Cattolica, sono stati trovati anche 1,2 grammi di hashish. Per lui l'accusa di coltivazione di sostanze illecite. L'uomo è stato condotto nel carcere di Pesaro. Una simile operazione è stata effettuata anche nel ravennate.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento