rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Trascrizione dei matrimoni omosessuali, consigliere del Pd sostiene il sindaco

Carlo Mazzocchi a favore dell'impegno preso da Andrea Gnassi in favore delle unioni di due persone dello stesso sesso

L'evento  di Arcigay con la proiezione del film “Lei disse si" e le recentissime dichiarazioni del sindaco Gnassi riaccendono anche a Rimini il dibattito attorno al tema dei diritti delle coppie omosessuali che chiedono la trascrizione, nei registri del Comune, delle loro unioni in altri Stati. Ed è in questo tema che si inserisce la posizione del consigliere comunale del Pd, Carlo Mazzocchi, a favore di un tema particolarmente spinoso. "Per quanto mi riguarda, un amministratore, deve tenere conto di tre semplici punti - spiega Mazzocchi in una nota stampa. - Punto primo: c'è un principio di Verità. Tutti conosciamo coppie dello stesso sesso, spesso coppie che stanno insieme da anni e che di fatto formano un nucleo familiare anche se non riconosciuto e tutelato come si dovrebbe. Queste coppie non sono solo un fatto di affetto e amore da riconoscere, ma fanno parte e contribuiscono concretamente -con e come tutte le altre famiglie- a formare quel collante sociale e quelle reti di solidarietà che mandano avanti ogni giorno la quotidianità, anche e nonostante i ritardi su tutti i campi della politica. Che paura c'è a riconoscere questo fatto? E' così semplice... perchè si deve essere così ipocriti? Chi verrà dopo di noi ci chiederà il perchè... e non potremo che fare scena muta perchè il perchè non c'è. Punto due: un fatto di giustizia. Chiaramente c'è poi un fatto di Giustizia: giustizia sociale. Perchè cittadini che pagano le tasse come gli altri, che contribuiscono alla ricchezza e alla stabilità del nostro paese come gli altri, che -come tutti- cercano di affermare il proprio destino di felicità in un orizzonte comune di arricchimento sociale devono venire emarginati? Gli si riconoscono diritti fino a un certo punto, poi... poi inspiegabilmente e fatalmente in uno dei momenti -il matrimonio- socialmente e culturalmente più celebrati e rilevanti... si nega loro il diritto. Non è giusto e anche in questo chi verrà dopo di noi ci chiederà il perchè... e non potremo che fare scena muta perchè il perchè non c'è. Terzo - ma siamo al ground zero della decenza e quindi dovrebbe essere intuitivo - soprattutto chi fa politica dovrebbe evitare di costruirsi posizionamenti di partito o peggio ancora personali semplicemente agitando lo spauracchio del diverso chiunque esso sia... sia esso/essa rom, sia esso/essa migrante, sia esso/essa omossessuale. Dovrebbe invece pensare piuttosto ai temi/problemi sulla scena reale della quotidianità: in questa quotidianità ci sono anche famiglie costituitesi in matrimonio tra due donne o due uomini laddove oggi è possibile (cioè nella maggior parte delle legislazioni più avanzate), garantirne il riconoscimento anche in Italia è necessario oltrechè socialmente giusto. Per cui dico Sindaco siamo con Lei, vada avanti nella sua determinazione e istituisca il registro.  E' una battaglia di civiltà che questo consiglio comunale saprà sostenere. Anche in questo la città cambia".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trascrizione dei matrimoni omosessuali, consigliere del Pd sostiene il sindaco

RiminiToday è in caricamento