Cronaca

Trasporto pubblico in crisi per le fiere, Sensoli (M5S): "il Trc sarebbe inutile"

In una interrogazione a risposta immediata in Aula, la consigliera critica le inefficienze dell'Agenzia mobilità di Rimini in occasione della fiera del gelato, definendola "inadeguata a cogliere e valorizzare le opportunità di sviluppo"

A Rimini, in occasione della recente edizione del Sigep, la fiera del gelato, si sono verificati notevoli disagi nei fruitori del trasporto pubblico locale (Tpl), confermando l’inadeguatezza del sistema in occasione di eventi di grande richiamo e importanza: è quanto afferma Raffaella Sensoli (M5s) nell’interrogazione a cui ha risposto oggi in Aula l’assessore ai Trasporti, Raffaele Donini.

La consigliera segnala che nei giorni della fiera si sarebbe assistito “a un notevole affollamento sui mezzi pubblici, insufficienti quanto e numero e frequenza, e a varie difficoltà per i passeggeri”. A suo parere si tratta dell’ennesima dimostrazione di inefficienza da parte dell’Agenzia mobilità di Rimini, “insufficiente ai bisogni del territorio ed inadeguata a cogliere e valorizzare le opportunità di sviluppo”. Sensoli sottolinea come Rimini “sia stata beneficiata di consistenti contributi regionali, e che questi sono stati largamente investiti nel Trasporto rapido costiero (Trc), una scelta che si sta rivelando fallimentare”. Perciò, la consigliera chiede alla Giunta di adottare urgenti provvedimenti per corrispondere sia alle esigenze di mobilità dell’utenza ordinaria sia a quella determinata da eventi di rilievo.

Nella sua replica, l’assessore Donini ha ricordato come l’ultima edizione del Sigep abbia registrato un incremento dei partecipanti dell’8% rispetto all’edizione 2015. La programmazione dei servizi di Tpl nei diversi ambiti provinciali “è affidata dalla Regione alle agenzie locali e tale funzione deve ovviamente essere di dialogo con il gestore dei servizi, in particolare di fronte agli eventi di maggior richiamo”. Donini si è detto disponibile a sviluppare un confronto con l’Agenzia e il gestore per valutare i possibili miglioramenti del servizio di Tpl.

Quanto al Trc, la Regione ritiene “si tratti di una scelta strategica, da confermare. Anzi, dovrà essere al più presto realizzata la seconda tratta per il collegamento con il polo fieristico e congressuale, un’opera che consentirebbe la soluzione di molti dei problemi denunciati”. Sensoli ha ribadito di considerare quella per il Trc “una spesa inutile e gravemente sproporzionata”, ricordando che il cantiere è aperto dal 1996 e “appare incomprensibile l’insistenza nel considerarla strategica, quando sarebbe stato ben più efficace ed economico potenziare il servizio ferroviario”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico in crisi per le fiere, Sensoli (M5S): "il Trc sarebbe inutile"
RiminiToday è in caricamento