rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca

Trasporto pubblico veloce verso l'entroterra, Frisoni ci crede: "Metromare fino a Santarcangelo? Buona idea"

Le riflessioni dell'assessora alla Mobilità: "Si può lavorare su progetti infrastrutturali che velocizzino i tempi di percorrenza da e per l'entroterra"

Rendere più efficiente il trasporto pubblico. Non solo sulla costa, ma anche verso l’entroterra. Con politiche e investimenti mirati. E’ quello in cui crede l’assessora alla Mobilità del Comune di Rimini Roberta Frisoni. Il tema delle aree interne sempre più in difficoltà e spopolate, a causa dell'anossia di servizi primari, può unirsi a un ragionamento sul trasporto pubblico. “Se il sistema istituzionale volesse dare la scossa che serve, invertendo un trend declinante per la fascia collinare e di montagna, questo sarebbe uno dei settori fondamentali di intervento. Credo che nell'agenda nazionale, regionale e locale, della politica e delle aziende di trasporto, debba essere analizzato in maniera approfondita il tema della Intensificazione delle corse verso direttrici forti di penetrazione ai centri urbani. Nel nostro caso le direttrici dell’entroterra, come Valmarecchia e Valconca, per supportare una politica di utilizzo dei mezzi pubblici”, sostiene la Frisoni.

Se di recente il sindaco Antonio De Caro, primo cittadino di Bari, ha ipotizzato come nelle città del futuro i mezzi pubblici dovranno essere gratuiti per tutti “a mio parere nel nostro caso si potrebbe avviare qualche sperimentazione locale focalizzata sulle aree interne, agevolando al massimo la frequenza e il costo delle corse, e ragionando poi su alcuni investimenti mirati a medio e lungo termine” prosegue l’assessora.

“Si può lavorare su progetti infrastrutturali che velocizzino i tempi di percorrenza da e per l'entroterra. Occorre integrazione e modularità. Due esempi. Il primo: il Metromare fino a Santarcangelo e da lì collegamenti veloci con entroterra della Valmarecchia e da Riccione e, quando sarà, da Misano e Cattolica verso la Valconca. Il secondo: velocizzazione delle linee di trasporto pubblico, incrociando ad esempio l'occasione della messa in sicurezza e della decongestione del percorso lungo la Marecchiese. Sinora qui il dibattito si è quasi esclusivamente soffermato sul mezzo privato, o domestico o aziendale. Ma in questa partita devono rientrare anche le corse dei bus: possono essere creati corridoi di ‘bus rapid transit’ con parte dei percorsi in sede dedicata e parte in promiscuo lungo la Statale 258? Molti paesi europei stanno ragionando su come riposizionare il sistema del trasporto pubblico: dalla Spagna alla Germania accanto alla sperimentazione di politiche di incentivazione della domanda con abbonamenti forfettari e gratuiti”, conclude.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasporto pubblico veloce verso l'entroterra, Frisoni ci crede: "Metromare fino a Santarcangelo? Buona idea"

RiminiToday è in caricamento