Troppi clienti incastrano il pusher, spacciatore arrestato dai carabinieri

A tradire l'albanese è stato il continuo via vai di acquirenti che hanno fatto nascere i sospetti sulla sua attività

Troppi clienti per un pusher albanese 21enne, arrestato dai carabinieri di Rimini, il cui continuo via vai a ogni ora del giorno e della notte nella sua abitazione hanno fatto nascere pesanti sospetti sulla sua attività. Ad accorgersi di quello che stava accadendo sono stati i residenti che, notato lo strano fermento nel cuore del centro storico, hanno avvisato i militari dell'Arma. Ne è nata una rapida inchiesta e, nel pomeriggio di giovedì, i carabinieri sono entrati in azione con una perquisizione domicilare. Nella casa del 21enne, nascosto in una valigia nella camera da letto, è così spuntato un barattolo di vetro con 80 grammi di marijuana. Le ricerche sono proseguite anche nella cantina dove sono stati rinvenuti altri 120 grammi della stessa sostanza oltre a un bilancino di precisione e tutto il materiale necessario a confezionare le dosi. L'albanese è stato qundi ammanettato e, venerdì mattina, il giudice ha convalidato il fermo e disposto per il 21enne gli arresti domiciliari in attesa della prossima udienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento