Cronaca

Trova lo sportello chiuso e non può inviare il pacco, donna dà in escandescenza alle poste

Necessario l'intervento della polizia di Stato per calmare l'esagitata che stava minacciando la dipendente

Una vera e propria furia la 60enne che, nel pomeriggio di lunedì, ha dato in escandescenza alle poste centrali di Rimini. In preda al delirio la donna si è messa a sbraitare davanti a tutti “Ve la faccio pagare! Vi sgozzo tutti! Vi aspetto fuori! Vi ammazzo! Avete chiamato la Polizia ma loro non ci sono sempre! Vi taglio la gola! Non finisce di certo qui! Siete tutti morti!”. A causare l'eccesso d'ira sarebbe stato, secondo quanto ricostruito, l'aver trovato chiuso lo sportello dove doveva spedire un pacco. Tale disguito l'ha fatta montare su tutte le furie facendola arrivare a strappare anche i moduli per il rinnovo del permesso di soggiorno di un 22enne originario del Bangladesh, in coda prima della donna, e che si era posto in difesa di una amica colpita dalla 60enne. Sono stati i dipendenti che, preoccupati, hanno chiesto l'intervento della polizia di Stato dopo che, la donna, si era rivolta all'addetta allo sportello urlandole in faccia: “Tu abiti vicino a casa mia, te la faccio pagare!”. La 60enne, che si è difesa sostenendo di essere stata scavalcata nella fila proprio dall'amica del 22enne bengalese, è stata portata in Questura e denuciata a piede libero per minaccia.
    
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trova lo sportello chiuso e non può inviare il pacco, donna dà in escandescenza alle poste
RiminiToday è in caricamento