Trovato a Rimini il truffatore delle tabaccherie

Ricaricava le postepay a scrocco: preso il truffatore delle tabaccherie. Si tratta di un 42enne, che negli ultimi mesi era diventato l'incubo dei tabaccai della Romagna e delle Marche

Ricaricava le postepay a scrocco: preso il truffatore delle tabaccherie. Si tratta di un 42enne, che negli ultimi mesi era diventato l'incubo dei tabaccai della Romagna e delle Marche. In particolare, il malvivente prendeva di mira i punti di vendita Sisal: dopo aver chiesto ai negozianti di ricaricare la propria tessera per importi consistenti di circa 500 euro ed aver ottenuto l’accredito, esibiva un bancomat non funzionante, spiegando di avere pochi euro in contanti.

Dopo essersi mostrato mortificato, faceva finta di spostarsi nello sportello bancomat della zona per fare un prelievo, per poi tornare nei negozi sostenendo che l’impianto era fuori servizio. L'individuo, dopo aver lasciato un recapito, dati personali ed una dichiarazione firmata nella quale si impegnava a saldare il debito, prometteva che sarebbe tornato l'indomani. Così facendo otteneva la fiducia del negoziante, il quale consegnava la ricevuta di pagamento.

Sono numerosi i raggiri completati. A seguito delle numerose denunce pervenute, gli agenti della Squadra Mobile di Pesaro hanno avviato le indagini del caso, che hanno permesso di individuare il truffatore a Rimini, dove si era trasferito da poche settimane. Nel corso della perquisizione domciliare, gli investigatori hanno trovato la postepay usata nelle truffe, un centinaio di ricevute di accredito, ed una mappa con le tabaccherie da truffare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Macabra scoperta all'alba, si toglie la vita nel parcheggio del centro commerciale

  • Pronto a nascere il maxi outlet con un investimento da 150 milioni di euro

  • Aereo "perde" il motore, atterraggio d'emergenza al "Fellini"

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Clan emergente voleva prendersi Rimini con una guerra di camorra: segno distintivo, le mani frantumate col martello

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

Torna su
RiminiToday è in caricamento