Truffa delle case vacanza fantasma, 8 malviventi denunciati dai carabinieri

Case da sogno a prezzi irrisori ma, dopo aver incassato la caparra, i truffatori sparivano senza lasciare tracce

Operazione dei carabinieri della Compagnia di Riccione che, al termine di una serie di indagini, hanno denunciato 8 truffatori accusati di aver affittato sul web delle case vacanza fantasma. Il gruppo, composto da italiani, è riuscito a raggirare oltre 50 vittime, sparse in tutto il Paese, che avevano cercato di affittare un appartamento in Riviera per trascorrere le loro ferie. Attirati dagli annunci on line, che promettevano case da sogno a prezzi più che stracciati, i futuri vacanzieri avevano pagato caparre dai 200 ai 300 euro convinti di avere fatto un affare. Peccato che, una volta caricate le auto di bagagli e arrivati in quella che doveva essere il loro buen retiro per le vacanze arrivava l'amara sorpresa. Appartamenti inesistenti, proprietari che nulla sapevano che la casa era stata messa in affitto e, in un caso, un campo nomadi. Naturalmente, oltre ai truffatori, erano spariti anche i soldi versati in maniera telematica dai vacanzieri su carte ricaricabili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento