Truffa i datori di lavoro dopo uno svenimento, denunciato

Da un banale svenimento ha pensato di "dileguarsi", continuando comunque a percepire lo stipendio. Un calabrese di 39 anni, dipendente di un albergo riminese, è stato denunciato con l'accusa di truffa

Da un banale svenimento ha pensato di "dileguarsi", continuando comunque a percepire lo stipendio. Un calabrese di 39 anni, dipendente di un albergo riminese, è stato denunciato con l'accusa di truffa. L'uomo accusò un lieve malessere mentre stava lavorando. Dopo agli accertamenti del caso, i medici gli avevano prescritto tre giorni di riposo. Ma il 39enne è rimasto per mesi a casa. Il datore di lavoro, pensando al fatto che il malore non fosse attribuile al lavoro, ha deciso di denunciarlo.

Gli agenti della Squadra Mobile di Rimini hanno denunciato con l'accusa di ricettazione e appropriazione indebita un 38enne residente a Rieti ed un napoletano di 46 anni. Il primo ha ceduto al campano un telefono oggetto di furto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il programma Melaverde fa tappa in Romagna tra ristoranti e tour in collina

  • Temperature in picchiata, arriva la prima nevicata della stagione

  • Tre giorni di live, a Capodanno Riccione diventa la capitale della musica: arivano anche Emma e Mahmood

  • Aggressione sessuale nell'ascensore di una clinica medica: paura per una ragazza

  • "Siamo nel mirino delle bande di ladri", i residenti infuriati chiedono più sicurezza

  • In migliaia all'assalto di 38 posti di lavoro: boom di domande per il concorso

Torna su
RiminiToday è in caricamento