rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca

Anziano sacerdote raggirato da due imprenditori, spariti 100mila euro

I truffatori avrebbero convinto il religioso a versare il denaro per fantomatiche cause benefiche a favore di persone inesistenti

Due imprenditori riminesi di 55 e 47 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine, sono indagati per truffa in quanto avrebbero raggirato un anziano sacerdote facendo sparire 100mila euro. L'indagine della sezione di polizia giudiziaria dei carabinieri, coordinata dal sostituto procuratore Davide Ercolani, avrebbe fatto emergere come la vittima nel corso di 10 anni sarebbe stata convinta dai due a firmare assegni su assegni per fantomatiche cause benefiche a favore di persone inesistenti fino a prosciugare il proprio patrimonio. Ad accorgersi che qualcosa non andava nei conti sono stati i famigliari del religioso 80enne che hanno trovato 8 assegni postdatati firmati dall'ex parroco dall'inizio dell'estate con cifre fino a 6mila euro. Tutti i titoli di credito avevano lo spazio per il beneficiario lasciato in bianco e, secondo le indagini, sarebbero serviti ai presunti truffatori per mettere una pezza a varie scadenze sapendo, però. che sarebbero stati protestati in quanto il conto del sacerdote era oramai prosciugato. Le indagini hanno fatto emergere come i due imprenditori, per convincere l'ex parroco, avevano messo in piedi una macchina ben oliata presentando all'80enne "casi pietosi" di mutui scaduti e affitti non pagati con famiglie sull'orlo dello sfratto, problemi di salute e negli ultimi due anni varie "disgrazie" legate alla pandemia. I presunti autori del raggiro sono stati iscritti nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Rimini con le accuse ipotizzate di circonvenzione di incapace e truffa in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano sacerdote raggirato da due imprenditori, spariti 100mila euro

RiminiToday è in caricamento