Raccolgono fondi per beneficenza: ma era tutta una truffa

Quando hanno visto arrivare la pattuglia dei Carabinieri, si sono allontanati a gambe levate. Un uomo e una donna si trovavano infatti davanti all'ospedale di Rimini per effettuare un volantinaggio

Quando hanno visto arrivare la pattuglia dei Carabinieri, si sono allontanati a gambe levate. Un uomo e una donna si trovavano infatti davanti all'ospedale di Rimini per effettuare un volantinaggio ed una raccolta di fondi per una fantomatica associazione di volontariato. Allertati da un cittadino, i militari sono giunti sul posto ma dei due non vi era più traccia: alla vista delle divise, erano infatti scappati. Dalle notizie apprese da alcuni presenti i due giovani dicevano di appartanere ad una comunità terapeutica non meglio indicata e che erano lì per la raccolta di denaro a sostegno della propria comunità.

E' bene ricordare di non fare offerte e di diffidare di persone sconosciute che si presentano come rappresentati di “enti benefici non indicati” e, in caso di dubbio, chiamare subito il Numero Unico d’emergenza 112.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Indossa vestiti a strati e poi cerca di scappare dal negozio senza pagarli

Torna su
RiminiToday è in caricamento