Truffe on line, riminese rifila un "pacco" a un residente della Valle d'Aosta

Il giovane romagnolo aveva messo in vendita su internet una Play Station che, dopo essere stata pagata dall'acquirente, non era mai arrivata a destinazione

E' andata male a un giovane riminese 25enne che ha rifilato il classico "pacco" nel corso di una vendita on line. Il romagnolo, infatti, aveva messo in vendita, su un noto sito internet, una Play Station che era stata poi acquistata da un residente di Aosta. Una volta perfezionata la transazione, con l'invio telematico del denaro, l'aostano si era messo in trepida attesa della consolle che, naturalmente, non era mai arrivata a destinazione. L'acquirente si è così visto costretto a rivolgersi alla polizia Postale di Aosta che, nel corso delle indagini, è risalita fino al 25enne denunciandolo per truffa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento