menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Truffe online, maxi operazione in tutta Italia: un arresto a Rimini

Si chiama "phishing" ed è uno dei tipi di truffa più comuni su internet, in particolare che si diffonde grazie allo spam. Il cyber delinquente cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali sensibili

Si chiama "phishing" ed è uno dei tipi di truffa più comuni su internet, in particolare che si diffonde grazie allo spam in posta elettronica. Il cyber delinquente cerca di ingannare la vittima convincendola a fornire informazioni personali sensibili, molto spesso riconducibili a numeri di carte di credito, password per autorizzare pagamenti e accesso al conto corrente online. Ed è proprio su questa tecnica che 45 persone sono state arrestate nell'ambito dell'operazione “Porte Chiuse”, svolta dalla polizia postale di Milano, in collaborazione con l'Interpol e la Polizia rumena

Tutte le persone appartenevano ad un'organizzazione con sede all'estero. In tutto sono circa 600 le persone che sono 'cascate' nella rete dei truffatori, per un giro d'affari di circa 2 milioni di euro, ma limitato a 'soli' (si fa per dire) 300mila euro grazie all'intervento dei militari che per arginare la ferita avevano deciso, in comune accordo con gli istituti di credito, di mandare in rosso le carte ricaricabili di modo da non permettere ai malviventi di incassare i soldi rubati, i quali venivano trasferiti tramite ricaricabili, schede telefoniche o siti di gambling (giochi online).


Anche alcuni riminesi sono caduti nella truffa, ma in riviera è stato arrestato anche uno dei malviventi: si tratta di un pluripregiudicato di 44 anni, bloccato nella serata di mercoledì in un residence di Rimini. L'uomo, che lavora come manutentore di impianti di climatizzazione, aveva il compito di reclutare 'personale' per l'organizzazione, trovando volontari che avrebbero dovuto intestarsi le carte di credito. E proprio sui bonifici che arrivavano sulle carte ricaricabili, queste persone avrebbero avuto una percentuale, convincendole così a partecipare all'organizzazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
  • Incidenti stradali

    Tragedia in A14: auto piomba su un gruppo di operai, automobilista perde la vita

  • Cronaca

    Renata Tosi lancia l'endorsement: "Sì a Rimini capitale della cultura 2024"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento