menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con la scusa dell'investimento sicuro truffa all'amico 50mila euro

I militari della Stazione Carabinieri di San Leo, a conclusione di accurate indagini, hanno deferito a piede libero un 53enne, residente nell’Alta Valmarecchia, perché responsabile di truffa.

I militari della Stazione Carabinieri di San Leo, a conclusione di accurate indagini, hanno deferito a piede libero un 53enne, residente nell’Alta Valmarecchia, perché responsabile di truffa.  Nel gennaio 2012, l'uomo aveva contattato un suo conoscente, un 55enne residente nel perugino, dicendogli che a breve avrebbe realizzato una piattaforma di investimenti finalizzata all’acquisto ed alla negoziazione di certificati sull’oro, prospettandogli che tale attività gli avrebbe permesso di realizzare lauti guadagni.

L’ignaro sventurato, convinto dall’amico sull’affidabilità del progetto, decise quindi di  effettuare diversi versamenti di denaro a favore dello stesso. Però, dopo aver ricevuto versamenti per l’ammontare di circa 50mila euro, il truffatore  si rese irreperibile. Realizzando di essere stato raggirato, il malcapitato si è presentato presso il comando dell’Arma per sporgere una denuncia di truffa.


Immediate quindi le indagini da parte dei Carabinieri che sono riusciti ad identificare il malvivente ed a deferirlo in stato di libertà perché ritenuto responsabile di truffa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento