Truffe sul web in tutto lo Stivale, due giovani in manette

Ancora una truffa sul web stroncata dalla Polizia Postale di Rimini. Due giovanissimi sono stati arrestati per aver messo a segno una serie di raggiri in diverse parti d’Italia

Ancora una truffa sul web stroncata dalla Polizia Postale di Rimini. Due giovanissimi, un ventenne residente a Besozzo ed un venticinquenne di nazionalità marocchina residente a Brebbia (Varese), sono stati arrestati per aver messo a segno una serie di raggiri in diverse parti d’Italia. Le indagini sono partite da una denuncia sporta da un venticinquenne di Rimini, intenzionato ad acquistare su un portale di annunci un mixer professionale al prezzo conveniente di 700 euro.

LA TRUFFA - L’acquirente si era accordato con un tale Francesco, versando secondo i patti stipulati un acconto di 350 euro su un bonifico bancario sulle coordinate fornite dal falso venditore. Il 25enne non sapeva che dietro alla fantomatica figura di Francesco c’erano due truffatori. Quando non si è visto recapitare l’acquisto, ha cercato di contattare telefonicamente il venditore, ma senza esito. A quel punto si è rivolto alla Polizia Postale, denunciando la truffa.

LE INDAGINI - Gli investigatori hanno scoperto che il conto corrente era stato aperto in una banca di Laveno Mombello, in provincia di Varese, e appurato numerosi accrediti da parte di ignari cittadini per l'acquisto di diversi articoli, mai consegnati, ed una cifra complessiva di 4.200 non ancora prelevati. Diverse le provenienze dei truffati (dal Brennero a Gallipoli), tutti invitati a sporgere denuncia. I due truffatori sono stati arrestati dai Carabinieri di Laveno Mombello mentre stavano incassando i soldi in banca. Attualmente si trovano nel carcere di Varese in attesa di giudizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

Torna su
RiminiToday è in caricamento