Tunisino si presenta in Questura: "Sono io l'accoltellatore di via Ugo Bassi"

Accompagnato dal proprio avvocato, lo straniero ha ammesso gli addebiti ed è stato denunciato a piede libero

Si è presentato alla polizia di Stato, accompagnato dal proprio avvocato, il tunisino che domenica scorsa ha accoltellato un connazionale in uno stabile abbandonato di via Ugo Bassi a Rimini. L'uomo è arrivato in Questura per assumersi la responsabilità della coltellata e, al termine delle pratiche di rito, è stato denunciato a piede libero per tentato omicidio. Secondo quanto emerso, si tratterebbe di uno straniero regolare in Italia, in quanto sposato con una cittadina Italiana. La polizia era già sulle sue tracce da qualche giorno dopo che era stata acquisita la testimonianza di una donna presente alla lite tra i due tunisini per questioni di soldi. La stessa che poi ha chiamato i soccorsi domenica dicendo di aver trovato l'uomo accoltellato agonizzante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento