Cronaca

Turismo e agriturismi: "Per il 2 giugno a rischio una quota importante di stranieri"

L'allarme del presidente Agriturist Gianpietro Bisagni. A lenire la situazione potrebbe essere il mondo del cicloturismo e gli oltre 8.000 chilometri di ciclovie presenti sul territorio regionale

Un agriturismo (foto d'archivio)

Sulla ripartenza Confagricoltura avverte: il ponte del 2 giugno potrebbe segnare una "partenza a rilento per gli agriturismi" emiliano-romagnoli, dove quest'anno sarebbero attesi molti meno stranieri del solito. "Rischiamo di perdere una quota importante di turisti", avverte in un comunicato Gianpietro Bisagni, presidente di Agriturist Emilia-Romagna (che riunisce gli agriturismi della regione associati a Confagricoltura), specificando che "oltre il 25% delle presenze annuali dell'agriturismo emiliano-romagnolo proviene dall'estero". Invece "quest'anno- prosegue Bisagni- ospiteremo quasi esclusivamente italiani per il ponte del 2 giugno", eccezion fatta per un numero ridotto "di camperisti, per lo più tedeschi o austriaci", che affluiranno tuttavia nella "settantina di strutture con agri-campeggio", a fronte di oltre 1.200 agriturismi presenti in regione.

A "scoraggiare" i turisti provenienti da altri paesi, prosegue Bisagni, "sono le incertezze della situazione sanitaria, il calendario delle riaperture e lo stop al coprifuoco, slittato al 21 giugno". A lenire la situazione degli agriturismi, in Emilia-Romagna, potrebbe essere il mondo del cicloturismo e gli oltre 8.000 chilometri di ciclovie presenti sul territorio regionale. Per recuperare quanto si sta perdendo coi mancati arrivi dall'estero, infatti, Agriturist ha messo a punto un'offerta per il turismo di prossimità, fondata su una "nuova mappa degli itinerari enogastronomici- anticipa Bisagni- che lega gli agriturismi a cantine, caseifici e salumifici, con la possibilità di prendere parte ai 'Cammini del cibo', fra pianura, collina e montagna". La sfida di Agriturist è rendere "le aziende agricole e agrituristiche il perno attorno al quale far gravitare le ciclovie regionali, nazionali ed europee". (fonte Dire)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo e agriturismi: "Per il 2 giugno a rischio una quota importante di stranieri"

RiminiToday è in caricamento