menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Turismo senza confini con la ‘Compagnia del Montefeltro’

Creare un vero e proprio “prodotto Montefeltro” facilmente fruibile per i turisti italiani e stranieri che scelgono una vacanza tra le colline e i monti, ma anche per tutti quelli che risiedono sulla costa

Creare un vero e proprio “prodotto Montefeltro” concretamente e facilmente fruibile per i turisti italiani e stranieri che scelgono una vacanza tra le colline e i monti, ma anche per tutti quelli che risiedono sulla costa. Questo l’obiettivo del progetto ‘La Compagnia del Montefeltro – Qualità e ospitalità di una terra fra Romagna, Marche e San Marino’ promosso da Confesercenti della provincia di Pesaro e Urbino e Rimini e dal Parco Sasso Simone e Simoncello con il supporto di numerosi partner altamente rappresentativi del territorio, sia sotto l’aspetto amministrativo, sia sotto l’aspetto economico (Confcommercio Rimini e Pesaro-Urbino, Provincia di Pesaro-Urbino, Comunità Montana del Montefeltro e dell’Alta Valmarecchia, Camera di Commercio di Pesaro-Urbino e Mostra Micologica Regionale di San Sisto).

Di assoluto rilievo la partecipazione al progetto della Repubblica di San Marino che favorisce immediatamente la circuitazione in ambiti internazionali, così come preziosa si rivela la pronta e fattiva collaborazione della Provincia di Rimini oltre che dell’Aeroporto Internazionale di Rimini ‘Federico Fellini’, nell’ottica di una coesione d’intenti che, per la prima volta, vede riuniti in un unico progetto turistico Romagna, Marche e Repubblica di San Marino.

Le azioni programmate nell’ambito del progetto ‘La Compagnia del Montefeltro’, infatti, nato da un’idea scaturita nel corso del convegno programmatico che si è svolto a San Sisto nell’ottobre 2010 a cura della Mostra Micologica Regionale, puntano tutte a proporre sul mercato nazionale e internazionale dell’ospitalità la regione storica del Montefeltro, oggi condivisa appunto da tre differenti territori. Lo scopo è quello di raggiungere un’attenzione turistica almeno pari a quella di altre regioni storiche italiane ed europee che stanno costruendo la propria fortuna turistica ed economica sulle radici storiche e culturali che le caratterizzano.

In tal senso, il Montefeltro, sarà proposto sui circuiti nazionali e internazionali come “terra di alta qualità ospitale” che può rappresentare un’eccellenza per l’offerta riminese, pesarese e della Repubblica di San Marino: un punto di forza che prende forma attraverso un circuito di operatori, aziende e produttori in grado di rappresentare le punte più qualificate dell’offerta territoriale. Questo, attraverso strumenti di comunicazione cartacea e in rete che permetteranno di conoscere, promuovere e ‘vendere’ il Montefeltro come un prodotto di eccellenza, nel rispetto delle sue caratteristiche storiche e culturali e, anzi, con la volontà di difendere e recuperare quegli aspetti tradizionali che lo rendono un ‘unicum’ a dispetto dei differenti confini che lo attraversano. I settori economici coinvolti dal progetto sono tutti quelli legati all’ospitalità e all’identità locale: ricettivo e ristorazione, ma anche produzione agricola e artigianale, itinerari strutturati ed eventi, proprio nella convinzione che l’offerta turistica debba essere il prodotto dei tanti fattori che plasmano un territorio e che ne scrivono la storia.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento