menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il sindaco Andrea Gnassi al trentesimo Congresso Nazionale del Silb

Il sindaco e assessore al turismo del Comune di Rimini Andrea Gnassi ha partecipato a Lecce al XXX Congresso Nazionale del Silb, intervenendo ad un convegno “Il divertimento è una cosa seria: qualità, sicurezza, regole e controlli”

Il sindaco e assessore al turismo del Comune di Rimini Andrea Gnassi ha partecipato a Lecce al XXX Congresso Nazionale del Silb, intervenendo ad un convegno “Il divertimento è una cosa seria: qualità, sicurezza, regole e controlli”, incentrato sull’intrattenimento come fonte di sviluppo delle potenzialità turistiche del Paese, nel rispetto delle regole. Oltre al sindaco Gnassi erano presenti i primi cittadini delle più importanti località turistiche italiane, come Gallipoli e Forte dei Marmi, oltre a rappresentanti del Ministero dell’Interno ed esperti del settore.

“E’ stata un’importante occasione di confronto tra le principali esperienze italiane – commenta il sindaco, chiamato a intervenire anche in qualità di neo presidente della commissione turismo dell’Anci – Tutte le principali località turistiche si stanno ponendo il tema di come innovare il settore del divertimento, facendo i conti con problemi che purtroppo sono comuni a tutti, come le forme di intrattenimento abusivo. Bisogna lavorare a contenuti innovativi in un contesto di regole chiare. Per farlo è necessario creare un sistema di forze pubblico e private capace di costruire grandi eventi, di dare una risposta a chi cerca divertimento in luoghi liberi e allo stesso tempo valorizzando l’intraprendenza degli imprenditori locali, chiamati a lavorare anche sui contenuti. In questo contesto è emerso con forza il modello riminese, che ancora una volta fa scuola, a dispetto di qualche sterile polemica locale”.  

“In questo paese tutto ciò che è cultura, arte, tempo libero e che rientra nel grande contenitore che è il turismo non è sostenuto e alimentato come gli altri settori. Dovrebbe essere un settore strategico, con una politica industriale forte, ma non è considerato come tale. Quando un territorio come il nostro che conta 8 milioni di presenza deve aspettare metà luglio per avete i rinforzi o non può assumere un vigile in più perché bloccato dal patto di stabilità, si avviliscono le potenzialità di un settore e l’autonomia di un Comune”.

“Il Silb nazionale ha riconosciuto il ruolo di Rimini a livello italiano, un punto di riferimento per il settore – aggiunge il presidente di Confcommercio Gianni Indino - Le iniziative proposte dall’Amministrazione Comunale nell’ultimo periodo nel campo dell’intrattenimento e più in generale del turismo sono state molto apprezzate, ne sono stati colti gli aspetti innovativi e soprattutto le potenzialità da sviluppare in futuro”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento