rotate-mobile
Cronaca Cattolica

Da Lione all'Adriatico in bicicletta, un turista 70enne pedala cinque giorni per raggiungere il mare

E' un turista "fedele" alla Regina dell'Adriatico, dove trascorre le sue vacanze ininterrotamente dal 1965

Momento di festa ieri mattina presso i bagni 21-23, gestiti dalla famiglia Fuzzi, per un "turista fedele" alla Regina dell'Adriatico. Era il 1965 quando, all’età di 12 anni, Pierre-Yves Ferret arrivò da Sainte-Euphémie (Lione) per la prima volta a Cattolica per trascorre la sua vacanza. L’anno precedente i genitori ed i suoi parenti avevano fatto la conoscenza dei Fuzzi che da quel momento non hanno mai "tradito". La famiglia francese era particolarmente numerosa, composta da ben 15 persone, e da subito ha stretto un forte legame di amicizia con i gestori dello stabilimento balneare cattolichino.

Il signor Ferret negli anni è divenuto un vero e proprio ambasciatore della Regina dell'Adriatico portando in vacanza a Cattolica anche i figli ed i nipoti, oltre a numerosi amici. Questa estate, prima di tagliare il traguardo dei 70 anni, Pierre-Yves ha deciso di compiere una personalissima impresa: è arrivato direttamente da casa sua in bicicletta sino a Cattolica, coprendo 900 km di tragitto ed impiegandoci appena 5 giorni. Martedì mattina (28 giugno), proprio presso i bagni Fuzzi, ha ricevuto la visita del vicesindaco ed assessore al Turismo, Alessandro Belluzzi, il quale ha voluto complimentarsi personalmente. Alla famiglia Ferret è stata consegnata la simbolica pergamena del "diploma di fedeltà" quali "amici di Cattolica" che ormai da anni scelgono la città come vera e propria seconda casa. L'incontro si è concluso con l'immancabile foto di rito e l'invito ad incontrarsi nuovamente nelle prossime stagioni per continuare ad incrementare gli anni di amicizia con la Regina dell'Adriatico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Lione all'Adriatico in bicicletta, un turista 70enne pedala cinque giorni per raggiungere il mare

RiminiToday è in caricamento