Turista minaccia albergatore e poi aggredisce i carabinieri

Notte agitata in un hotel di Bellaria coi militari dell'Arma che sono stati costretti ad immobilizzare l'esagitato

Notte agitata, quella tra domenica e lunedì, in un hotel di Bellaria dove un ospite ha dato in escandescenza. L'allarme è scattato intorno alle 4.45 quando il titolare della struttura ricettiva si è trovato a dover affrontare un cliente, un venezuelano 30enne residene a Trieste e in vacanza in Riviera, in stato di forte alterazione. Chiamato il 112, sul posto è intervenuta una "gazzella" dei carabinieri e anche davanti alle divise il sudamericano non si è calmato prima insultado i carabinieri per poi minacciarli e aggredirli con calci e spinte. Ne è nata una collutazione e, non senza difficoltà, i militari sono riusciti a immobilizzare il 30enne e a caricarlo in auto. Portato in caserma, il venezuelano è stato arrestato per oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Dopo una notte in camera di sicurezza, lo straniero è stato processato per direttissima e condannato a 8 mesi, pena sospesa, con l'obbligo di dimora a Trieste.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento