rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Turista stuprata, avviate le pratiche di espulsione per il bengalese

Gli inquirenti della polizia di Stato hanno rilevato delle incongruenze nei documenti forniti dallo straniero

E' stata attivata la procedura per revocare il permesso di soggiorno a Monir Md Lakayra, il bengalese 37enne accusato di aver stuprato una turista danese a Rimini all'alba di domenica scorsa. Secondo quanto accertato dagli inquirenti della polizia di Stato, che hanno verificato la regolarità in italia dell'uomo già finito per 3 volte nel mirino della legge per violenza sessuale, l'indirizzo romano fornito dallo straniero come residenza sarebbe falso. Allo stesso tempo, anche il presunto datore di lavoro del 37enne, un connazionale, è in fase di accertamento da parte della Questura riminese. La revoca del permesso di soggiorno sarà notificata in carcere al bengalese e, successivamente, si arriverà alla notifica dell'esplosione dall'Italia che sarà eseguita al termine dell'iter giudiziario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turista stuprata, avviate le pratiche di espulsione per il bengalese

RiminiToday è in caricamento