rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca

I turisti raddoppiano grazie a Capodanno e Sigep. Un avvio 2023 super, Riccione meglio del pre Covid

Pubblicati i primi dati turistici del bimestre gennaio-febbraio 2023: numeri in netta crescita e sempre più vicini al 2019. Clamorosa Riccione che supera i dati del pre-Covid lasciandosi la crisi alle spalle

Il 2023 del turismo inizia con un trend in crescita. Sia per arrivi sia per pernottamenti. Rispetto a un avvio di 2022 che era stato condizionato ancora dalla pandemia, il settore turistico ha visto una ripartenza. Nei primi due mesi dell’anno, gennaio e febbraio, la Provincia di Rimini ha fatto registrare un totale di 163.127 arrivi, che valgono un +100% sul 2022 (-11,5 sul 2019) e 470.984 pernottamenti, che significano un +51% rispetto al 2022 (-8% sul 2019).

Per quanto riguarda la città di Rimini gli arrivi totali sono 101.633 (+106%) con un ritorno di turisti dall’estero di 16.839 (+ 237%). I pernottamenti del primo bimestre sono stati in città 295.901 con un +51,9% sul 2022 e un -14% sul 2019. Riccione sembra essersi lasciata alle spalle il periodo della pandemia e va ancora meglio rispetto a Rimini: nella Perla Verde 46.472 turisti, con +114% sul 2022 e un super +5,7% rispetto al 2019 pre pandemia. Nei pernottamenti riccionesi: 125.083 per un +63% sul 2022 e +5,1% sul 2019.

Qui Rimini

L’anno turistico riminese parte sotto i migliori auspici. Gennaio e febbraio 2023 registrano +106,1% rispetto agli stessi mesi del 2022 sul fronte degli arrivi e +51,9% per quanto riguarda le presenze turistiche. Dopo l’ottimo andamento ‘percepito’ di Pasqua, i dati provvisori dell’Istat confermano un eccezionale inizio d’anno trainato dagli eventi e dal calendario fieristico-congressuale.

“Anche l'Istat – commenta il sindaco di Rimini Jamil Sadegholvaad - conferma i riscontri avuti indirettamente dagli introiti dell'imposta di soggiorno: gennaio e febbraio sono stati mesi boom per Rimini sul fronte dei flussi turistici, chiaramente trainati dalla coda del Capodanno più lungo del mondo e dal Sigep. Rispetto al 2022, anno anch'esso di evidente ripresa rispetto al 2021 e all'orribile 2020 pandemici, i primi due mesi dell'anno fanno registrare un raddoppio secco degli arrivi turistici (+ 106,1 per cento) e + 51,9 per cento per i pernottamenti. E tutto questo nonostante la pressoché totale scomparsa del mercato russo e comunque ex sovietico che solo per Rimini valeva fino al 2019 (e spero tornerà a valere, se non altro come segnale di fine della guerra) circa 25 mila presenze alberghiere/mese”.

EVENTI - Cosa fare a Rimini, il calendario dell'estate 2023

Qui Riccione

Nei primi mesi dell’anno non solo si registrano tassi di incremento in termini di presenze e arrivi clamorosi a confronto con lo stesso periodo del 2022 (+114% nei turisti; +63,6% nei pernottamenti), addirittura Riccione cresce rispetto all’ultimo anno prima del Covid, il 2019. Messi nero su bianco, i dati forniti dall’Elaborazione servizio statistica della Regione Emilia Romagna, raccontano che a gennaio Riccione è stata l’unica località della costa riminese ad avere il segno più sul 2019 per arrivi (+4,8%) e presenze (+0,1%) e ha visto crescere il numero dei pernottamenti in febbraio del 15,4%, sempre rispetto al 2019.

“Abbiamo investito e lavorato tanto per il nostro segmento economico chiave che è il turismo - dice la sindaca e assessora al Turismo di Riccione Daniela Angelini -. I risultati sono molto soddisfacenti perché riuscire a superare il livello di presenze e arrivi del 2019 non era affatto semplice né scontato, anzi. Ci siamo riusciti grazie a una città che si è fatta trovare pulita e ordinata, a un’offerta di qualità, penso al nostro Giardino sul mare, a grandi eventi di intrattenimento, come per esempio il concertone in piazza per Capodanno o le nostre grandi mostre, e tanti eventi sportivi in grado di attrarre un pubblico numeroso”.

Entrando nel merito dei numeri la sindaca osserva però che c’è ancora tanto da fare sul mercato estero. “Se prendiamo i primi due mesi dell’anno - dice Angelini - su un totale di 125.083 presenze, abbiamo avuto 110mila (109.170) italiani e 15mila (15.913) stranieri. E’ solo il 12,7%, nel caso di Riccione: è vero che sono i primi mesi dell’anno ma è troppo poco per una costa che vuole ambire a essere la prima destinazione dei paesi di lingua tedesca e a vantare un appeal internazionale. La prossima missione per la promozione all’estero, tra Monaco di Baviera e Vienna, sarà proprio finalizzata a recuperare il turismo straniero che è fondamentale per dare lavoro ai nostri operatori anche lontano dai periodi di alta o altissima stagione”. Va comunque osservato che rispetto al 2022 l’incremento dei villeggianti dall’estero è stato esorbitante: + 272,3%”.

Le principali notizie

Reati in aumento, il questore: “Crescita fisiologica dopo la pandemia”

Calciatore con hobby dello spaccio, 10 chili di droga

Estate 2023, Rimini prepara un calendario con 150 eventi

Traffico in tilt e parcheggi selvaggi, montano le proteste

Fiamme nella notte, auto rubata in cenere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I turisti raddoppiano grazie a Capodanno e Sigep. Un avvio 2023 super, Riccione meglio del pre Covid

RiminiToday è in caricamento