Ubriaca fradicia nei giardini, portata in Questura devasta la camera di sicurezza

Pomeriggio agitato in centro storico per la presenza della straniera in escandescenza nei giardinetti di fianco alla Prefettura

Pomeriggio agitato, quello di mercoledì, nel cuore del centro storico di Rimini con una straniera che, in preda all'alcol, ha dato in escandescenza. Il parapiglia è avvenuto, attorno alle 17, nei giardinetti di via IV novembre a fianco della Prefettura dove una romena 56enne, già nota alle forze dell'ordine, ha iniziato a infastidire i passanti a causa del troppo alcol ingenrito e a picchiare un suo connazionale con un bastone. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia di Stato con gli agenti che, non senza fatica, sono riusciti a bloccare la donna, la quale ha opposto una strenua resistenza, e a caricarla sulla Volante per portarla in Questura. Una volta chiusa nella camera di sicurezza, la 56enne si è trasformata in una furia aggredendo le divise e tirando le proprie feci ovunque tanto che si è reso necessario l'intervento del personale del 118, arrivato in corso d'Augusto con ambulanza e auto medicalizzata. La donna è stata nuovamente bloccata e sottoposta a sedazione da parte del medico e, alla fine, la situazione è tornata alla normalità. La 56enne, arrestata per resistenza a pubblico ufficiale, è processata per direttissima giovedì mattina e condannata a 1 anno di reclusione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento