rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca

Ubriaca in stazione danneggia lo scooter di un agente della Polfer

Manette anche per uno straniero che ha aggredito le divise pur di non essere sottoposto al tampone anti-covid

Giornate agitate per gli agenti della Polfer di Rimini che hanno arrestato due stranieri entrambi per resistenza a pubblico ufficiale. La prima a finire in manette è stata una donna brasiliana che si aggirava per lo scalo ferroviario in evidente stato di ebbrezza. Molto probabilmente a causa dei fumi dell'alcol, all'improvviso la sudamericana ha dato in escandescenza prendendosela con uno scooter parcheggiato. Il due ruote, di proprietà di un agente della Polfer, è stato danneggiato e quando il personale della polizia Ferroviaria è intervenuto per cercare di calmare la donna questa ha reagito con pugni e graffi. Bloccata e portata negli uffici, anche dentro la sede della Polfer si è scatenata danneggiando gli arredi. Già in libertà vigilata, la brasiliana è stata arrestata per resistenza e denunciata per danneggiamento.

Accuse analoghe anche per un cittadino albanese, fermato sempre nella stazione, che dovrà rispondere di resistenza, oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale. Lo straniero si è poi opposto all'esecuzione del tampone anti-covid  e quindi su disposizione della Procura è stato condotto presso le camere di sicurezza della Questura di Rimini in attesa del processo per direttissima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaca in stazione danneggia lo scooter di un agente della Polfer

RiminiToday è in caricamento