Ubriaco e infreddolito, lo fa entrare in casa: lui le devasta l'auto

Una pattuglia di Carabinieri di Belluria, nella mattinata di domenica, è intervenuta in Via Ovidio dove era stata segnalata da una donna la presenza di un extracomunitario ubriaco intento a danneggiare la propria auto

Una pattuglia di Carabinieri di Bellaria, nella mattinata di domenica, è intervenuta in Via Ovidio dove era stata segnalata da una donna la presenza di un uomo ubriaco intento a danneggiare la propria autovettura in sosta. I militari sono giunti sul posto e hanno individuato la donna: si trattava di R.M, 57 anni, la quale ha raccontato di avere aperto la porta poco prima ad un rumeno di 33 anni, fratello di un suo dirimpettaio. Ma appena la donna si è resa conto dello stato di ubriachezza dell’uomo, lo ha cacciato di casa, mandando l’alcolizzato su tutte le furie.

Prima ha così preso a calci il cancello, e successivamente l’auto della donna. I militari hanno così immediatamente fermato l’autore dei danneggiamenti: si tratta di A.L rumeno di 33 anni,  che, al fine di sottrarsi al controllo, si è scagliato con violenza contro i militari, con calci e pugni. I Carabinieri, viste le condizioni dell’uomo che probabilmente aveva anche dormito sotto la pioggia e al freddo la sera prima, hanno richiesto l’intervento di un’ambulanza. Non pago, l’ubriaco ha però colpito con un calcio uno dei due militari, il quale ha riportato la frattura al metacarpo.

Giunta l’ambulanza, l’uomo non ha risparmiato nemmeno il personale sanitario: offese e spintoni anche a loro, nonostante le manette. Il medico ha così deciso di sedarlo. Il rumeno, nella mattinata odierna, è stato arrestato con l’accusa di violenza, resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali, ed è stato condotto davanti al Giudice Monocratico di Rimini che, dopo la convalida dell’arresto, tenuto conto dei suoi precedenti anche specifici, gli ha applicato la misura cautelare del carcere, in attesa del dibattimento che si aprirà nella mattinata di martedì
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Rissa tra giovanissimi in piazza, Fiori (Lega): "I soliti bambocci che creano problemi"

Torna su
RiminiToday è in caricamento