menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ubriaco precipita all'alba nel cantiere del Trc. Soccorso dalla polizia

Paura per un 65enne riminese caduto nella trincea degli scavi del Trc. Portato in ospedale, è stato poi dimesso con delle lesioni di lieve entità. Ad accorgersi dei lamenti provenienti dalla fossa è stato un vicino di casa che ha chiamato il 113

Brutta avventura per un 65enne riminese che, tornando a casa ubriaco all'alba di lunedì, non si è accorto di una profonda buca del cantiere del Trc di via Lugano ed è precipitato nello scavo. L'allarme è scattato verso le 5.30 quando un vicino, sentendo prima dei forti rumori e poi un lamento, ha chiamato il 113. Quando la pattuglia è arrivata sul posto ha notato l'uomo finito all'interno di una trincea profonda circa 80 centimetri che, forse anche a causa dell'alcol ingurgitato, non riusciva più a risalire. Soccorso e trasportato in ospedale, il 65enne non aveva riportato gravi lesioni e, dopo essere stato medicato, è stato poi dimesso dai sanitari.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, il vicino che ha segnalato la disavventura del 65enne era stato svegliato dal sopraggiungere di un veicolo che si era poi fermato in strada. Con tutta probabilità si era trattato dell'auto con la quale l'ubriaco era stato accompagnato a casa che, nell'effettuare una manovra di retromarcia, era poi andata a danneggiare la recinzione in legno che delimitava il cantiere. Pochi secondi dopo, invece, erano arrivati i lamenti del 65enne caduto nella buca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento