Ucciso con 7 colpi di pistola, chiesto l'ergastolo per il killer del Rio Agina

La richiesta del pubblico ministero ha tenuto conto dell'efferata modalità e della premeditazione usata da Paoulin Nikaj autore dell'omicidio di Nimet Zyberi

Il pubblico ministero Marino Cerioni, nella sua requsitoria, ha chiesto alla Corte d'Assise la condanna all'ergastolo, con l'isolamento diurno per 6 mesi, nei confronti di Paoulin Nikaj accusato di aver ucciso con 7 colpi di pistola il connazionale Zyberi Nimet il 17 marzo del 2014 nel parcheggio della Conad di Misano Adriatico. Nikaj era stato arrestatodopo una latitanza all'estero favorita da alcuni parenti e deve rispondere di omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, dalla presenza della moglie incinta e dei figli minori della vittima e dai futili motivi. Difeso dagli avvocati Cesare e Roberto Brancaleoni, l'albanese è reo confesso per quell'uccisione eseguita nel parcheggio con 7 colpi di pistola. Nella prossima udienza, fissata per il 5 marzo, si concluderanno le repliche della difesa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Party in spiaggia, due 15enni violentate dall'amico

  • Padre di famiglia cerca una lucciola ma si trova a letto con un trans, parapiglia nel residence

  • Forte vento e un veloce temporale faranno abbassare le temperature

  • La Guardia di finanza scopre una "furbetta" del reddito di cittadinanza: denunciata una 60enne

  • Si tuffa con gli amici ma non riemerge: dopo due giorni di agonia muore un ragazzo di 19 anni

  • Il marchio Cocoricò torna sotto la piramide: ad acquistare il brand Enrico Galli

Torna su
RiminiToday è in caricamento