Ucciso dal "Lupo" 12 anni fa, ricordato il carabiniere Alessandro Giorgioni

Si è celebrata la messa in suffragio dell'appuntato Scelto Alessandro Giorgioni, insignito della Medaglia d'oro al valore dell'Arma dei Carabinieri, morto 12 anni

Si è celebrata la messa in suffragio dell’appuntato Scelto Alessandro Giorgioni, insignito della  Medaglia d’oro al valore dell’Arma dei Carabinieri, morto 12 anni fa a Sant’Agata Feltria. Venerdì mattina, nel dodicesimo anniversario della morte, nella chiesa parrocchiale “San Pietro in Culto” di Novafeltria è stata celebrata la messa in suffragio dell’Appuntato Scelto Alessandro Giorgioni officiata da Don Giuseppe Grigolon, Cappellano Militare del Comando Legione Carabinieri Emilia Romagna, alla presenza della vedova Simona Cola e del figlio Leonardo, nonché’ dei familiari del compianto carabiniere. 

Il carabiniere venne ucciso da un pericoloso latitante, Luciano Liboni, detto "il Lupo", rapinatore noto per essere già sfuggito alla cattura ingaggiando conflitti a fuoco con le forze dell'ordine negli anni precedenti. Feritosi forse per un incidente stradale il 22 luglio, si recò in un bar di Pereto (Sant'Agata Feltria) per effettuare una telefonata. La gestrice del bar si insospettì e chiamò i Carabinieri. L'Appuntato Scelto Giorgioni, di pattuglia in zona, entrò nel bar e chiese i documenti a Liboni. Questi sparò a sangue freddo al carabiniere, colpendolo al cuore e al collo, uccidendolo. 
Alcuni giorni dopo, il 31 luglio, Liboni resterà vittima di un conflitto a fuoco con le forze dell'ordine a Roma dopo una segnalazione di alcuni passanti che lo avevano visto nella zona del Circo Massimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla cerimonia hanno presenziato, i sindaci di Novafeltria e Sant’Agata Feltria, il Vice Comandante della Legione Carabinieri Emilia Romagna, Colonnello Guido De Masi, il Colonnello Mario Conio Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, il Capitano Silvia Guerrini Comandante della Compagnia Carabinieri di Novafeltria, i militari delle Stazioni e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia e l’Associazione Nazionale Carabinieri Sezione di Novafeltria. Il Cappellano Militare, nel corso dell’omelia, ha rivolto un commosso pensiero a tutti i caduti nell’assolvimento dei compiti istituzionali che hanno prestato fede al giuramento immolandosi fino all’estremo sacrificio.  La cerimonia è proseguita con la resa degli onori militari alla Medaglia d’Oro Alessandro Giorgioni, con un picchetto in alta uniforme, sulle note del silenzio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Tragedia sul campo da calcio, muore a 9 anni mentre gioca con gli amici

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, in arrivo la nuova stretta. Verso lo stop di palestre e cinema. Per i ristoranti chiusura anticipata

  • Ammazza la moglie a martellate e poi si costituisce

  • Un locale del Riminese tra i migliori bar d'Italia premiati dal Gambero Rosso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento